Tuesday, 17 August 2021

Scrivere

 In questo mio diario, da anni, riverso pensieri, ricordi, e l'amalgama e' spesso l'immaginazione che mi porta a traslare lontano da me cio' che sono stato, chi potrei essere.

Molto di quel che ho raccontato e' vero nel senso che e' mio: perfino nei racconti fantastici, come nei resoconti fantasiosi o parziali (come ben sai spesso altero nomi, luoghi, circostanze per proteggere la privacy di chi frequento, al punto che in effetti a volte rischio di perdere io stesso il filo del discorso), anche se confuso dall'immaginazione, tu puoi trovare la mia esperienza, che esprime paure, sogni, desideri.

Perche' queste parole?

Beh ... e' semplice: in un non periodo come quello che stiamo vivendo, in una lunga apnea, in una prolungata anoressia, trovo di nuovo conforto nella fantasia. E mi perdonerai se a volta e' oscena per la semplice ragione che molto piu' spesso e' dolce e gentile.

Mi sto domandando se ci sara' ancora spazio, nella mia vita, per l'amore. Per non perdere del tutto contatto con questo sentimento, popolo i miei pensieri di donne, giardini, foreste, citta' remote ...

E' tutta una vita che sogno ad occhi aperti - perche' il dolore per me e' cominciato prestissimo, e non e' mai svanito. E mi ha permesso di rendere sacro quasi tutto quel che mi e' capitato.

Parlavo con una ragazza, qualche giorno fa. Lei mi spiegava che si', il Covid ha scombussolato le nostre vite, ma ci ha insegnato che ... ci ha fatto notare che ... ci ha costretto a riflettere circa il fatto che ...

Ragazzi, ma anche basta. Chi di noi ha avuto una vita dolorosa non aveva bisogno di questa lezione, per quanto un ripasso ogni tanto possa aiutare a scacciare la superficialita' delle abitudini. Ma il problema vero e' che sta durando troppo. E c'e' chi non ce la fa piu', e non crede ai sogni, alla fantasia come dimora parallela. 

Quindi, Covid, levati dalle palle e lasciaci vivere.

Ti prometto che continuero' ad essere civile, ti prometto che non mi trasformero' in un consumatore compulsivo di beni o persone. La mia vita continuera' ad orbitare attorno alla bellezza, alle donne, ai boschi, all'amicizia, all'amore insomma.  E continuero' a raccontarti quello che mi passa per la mente e cio' che ho vissuto del Mondo.

Monday, 16 August 2021

Sogni assurdi o bellissimi


Il primo sogno e' assolutamente assurdo, e davvero non riesco a capire come sia stato concepito dalla mia mente. Ho sognato una compagna di scuola dei tempi delle elementari, Sara. Non la vedo da tantissimi anni, e l'ultima volta che ci siamo incontrati e' stata forse l'unica da che eravamo bambini - io camminavo lungo un ciottolato che dal paese sale fino a lambire uno dei tanti boschi della nostra citta' e li', a fianco di un piccolo spiazzo sul quale si affacciano da secoli vecchie case, ci siamo visti. 

Mi ha riconosciuto lei, ma anch'io credo di aver capito subito che si trattava di 'Sara'. Ci siamo salutati, abbiamo chiacchierato un po'. E' passato tanto tempo che neppure ricordo se io ero gia' partito per il Mondo, ed ero tornato solo per un breve soggiorno, o se ancora stavo meditando soltanto il mio futuro. Non riesco a ricostruire il suo viso, ne' il corpo: era carina? Lascio senza risposta questa domanda, alla quale mai avrei rivolto attenzione fino al momento di questo sogno assurdo.

Dopo tanto tempo ci incontriamo ancora una volta. Forse scambiamo un saluto, forse solo uno sguardo. Fatto sta che le chiedo 'Vuoi scopare?'. Lei, senza pensarci troppo, risponde 'Si', e li finisce il sogno ed inizia l'estasi (mamma mia ... quanto ha intralciato le mie conquiste il Covid ... dopo tanti anni di perfezionamento ero riuscito a scivolare tra le braccia delle femmine, e proprio all'apice delle mie fortune ho dovuto chiudere bottega!!!).

Il secondo sogno e' piu' bello, e dolce, e malinconico.

Sogno il mio grande amore ... che fino alla fine della vita sarai forse tu, Silvia. Cosi' almeno sembra suggerire questa visione.

Siamo in treno, e dopo tanti anni mi rendo conto che ormai il sentimento si e' raffreddato ... ma forse mi sbaglio ... di fronte a te, Silvia, dubiterei ogni giorno. Sono certo che quello che sta succedendo sia reale, ed anzi ... penso a quante volte, da ragazzo, ti ho sognato, a quanti baci, a quanti abbracci ho celebrato al mio amore.

Anche tu sei triste. Come se assieme ci rendessimo conto di quanto abbiamo perso tutti e due. Mi baci, come a consolarmi, come a consacrare un passato che non siamo riusciti a costruire. Mosso dal tuo stesso dolore ti bacio anch'io sulla guancia.

Ed in un attimo ti amo ancora.

E ci baciamo, finalmente, con tutta la passione della nostra giovinezza.

Mi sveglio sereno,

Tuesday, 10 August 2021

Vacciniamoci

Mi sono vaccinato gia' qualche mese fa. In questi ultimi mesi ho fatto quanto possibile per contrastare la mole di falsita' assurde messe in giro da no-vax e altri apprendisti stregoni.

La variante Delta e' terribile. 

Tieni presente solo questo: prima di raggiungere una buona immunita' da vaccino, devono passare almeno 5 settimane dalla prima inoculazione.

Chi si vaccina oggi sara' protetto a meta' Settembre - quando le cose potrebbero perfino peggiorare (per rendersi conto di quanto male possa fare la variante Delta e' sufficiente osservare quei paesi dove si e' vaccinato poco, ad esempio Russia, Sud Africa, Indonesia, Tunisia ecc. ecc.).

Se vuoi ancora piu' prove guarda agli USA: li ogni stato ha una sua politica, ed alcuni, quelli con esitazione vaccinale piu' alta, stanno vivendo un incubo (Arkansas, Louisiana, Florida, Mississippi).

Dai, liberiamoci di questo incubo che, non so te, ma io ho una gran voglia di tornare ad una vita 'normale', fatta di gonnelle da sfilare a fanciulle innamorate o porcelline e baci appassionati.