Saturday, 28 September 2019

Lupi

Sono in un paesaggio che e' simile a quello delle dune subito fuori citta', ma l'ambiente e' diverso, davvero selvaggio, remoto, ostile.
Diversamente dalla macchia che lambisce la costa occidentale dei Paesi Bassi, non c'e', prima dell'orizzonte, segno alcuno della presenza dell'uomo a confortare.

Cammino, solitario come sempre, ma questa volta davvero solo.

Ho avvicinato il mare, ed il bosco, in basso, mi tenta, ma allo stesso momento ammonisce: quell'oscurita' tanto ambita non e' la mia casa, e' la tana di creature ancora piu' selvatiche di me.

Cosi' penso, e continuo ad addentrarmi in pensieri di caotica rassegnazione.

Dal limitare della foresta vedo avvicinarsi dei cuccioli di lupo. Noto con stupore che il colore del loro pelo e' fulvo.

Non temo quelle piccole creaturine, e tuttavia ne sono infastidito: si avvicinano senza paura, e subito iniziano a ringhiarmi addosso, a cercare di mordermi, a farmi capire che li io non posso stare.

Cerco di allontanarli con gesti plateali, gridando.
Niente da fare.
Getto addosso a loro manciate di sabbia.
Niente da fare.
Ne prendo uno in mano, il piu' aggressivo, e lo faccio rotolare lungo la sabbia.
Niente da fare.
E nient'altro voglio fare.

Adesso pero' la cosa si fa piu' seria.

Attirati dal guaire dei piccoli, ecco i capibranco: due lupi enormi, dal pelo bianchissimo.
Salgono veloci verso di me, pronti ad aggredirmi.

E come tanto altri prima di loro, uomini, bestie, demoni, non si rendono conto di avere a che fare con un semi-Dio (almeno in parte inconsapevole di se').

Questa volta non perdo tempo.

Prima mi occupo del maschio. Lo metto subito fuori gioco, afferrandolo con la mia mano per il collo, e poi iniziando a stringere.
Applico la stessa procedura alla femmina
Si dimenano, sorpresi senza smettere di essere feroci.

Non voglio ucciderli, ma so di correre questo rischio.

Dal nulla appare di fronte a me una porta.
Le due bestie ormai non si muovono piu': se non le ho uccise sicuramente le sto uccidendo.

Allora apro la porta, e vi scaravento dentro i due animali.
Chiudo e tendo l'orecchio.
Passano alcuni secondi e posso sentire almeno una bestia tornare a respirare, a ringhiare di nuovo.

Adesso devo occuparmi dei cuccioli.

L'idea sarebbe quella di aprire appena un poco la porta, e cosi' buttare dentro i piccoli, e sincerarmi che maschio e femmina stanno entrambi bene.

Ma ancora mi sto domando come fare, voglio evitare di liberare gli adulti, quando i cuccioli mi cavano di impaccio, strisciando dentro la stanza attraverso una fessura tra pavimento e porta.

Non ne sono sicuro, ma credo che entrambi i capobranco stiano bene, e che i cuccioli siano al sicuro.

Tutto sembra risolto, ma rimane un piccolo lupo, il piu' grosso e giocoso di quei cuccioli, li, tra bosco e mare, sul crinale della duna.

Non ha intenzione di scivolare sotto la porta, oltre la quale si estende una dimensione che neppure io conosco.
E non e' ostile nei miei confronti, anzi, e' come se mi stesse aspettando da sempre.

Allora, piccolo, adesso inizia la nostra avventura.

11 comments:

  1. Bellissimo... un sogno?

    Come stai?

    Un abbraccio,
    Giulia

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Giulia :-)

      Si, e' stato un sogno, uno dei piu' vividi ed emozionanti degli ultimi tempi.
      Dopo un paio di giorni, per altro, ai lupi si sono sostituiti dei gatti - e ne parlero' presto :-)

      Qui tutto bene, ma tutto folle. Sono leggermente angosciato per un futuro cui non so dare forma. Fino ad ora le cose sono andate abbastanza bene, ma temo il futuro.

      Tu come stai?
      Sempre in Anatolia?

      Un abbraccio,

      Gio

      Delete
    2. In questo momento scrivo proprio da lì.
      Ma è più complesso: ho da pochissimo iniziato a lavorare "al profondo nord"... in un certo senso, una svolta inaspettata. Sono ancora agli inizi ma mi pare di essere rinata... vediamo, vediamo. :D

      Al momento mi considero molto fortunata... ti mando un po' di questa sensazione, e ti auguro anche tanta fortuna riguardo il futuro :)

      Un caro abbraccio,
      è sempre bello leggerti

      Giulia

      Delete
    3. Daiiiii! Allora, quando lo vorrai, senza fretta, mi dirai di più. Il profondo Nord è seducente :-)

      Delete
  2. Bello rileggerti.
    Il futuro stendici un velo e non pensarci. Io soche ti andrà bene. Sii fiducioso non abbandonare mai la luce.

    Da una che vive nelle tenebre.
    Un abbraccio sempre a te.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Cara M., il futuro mi spaventa, ed a volte un passato tribolato mi pare possa aiutarmi ad andare avanti, altre volte che il peso raggiunto sia insostenibile.

      Un abbraccio!

      Gio

      Delete
    2. Posso immaginare, tribolare non aiuta, ma hai un'anima lucente.
      Che tu possa sempre ricordarlo.

      Delete
    3. P.s.
      Un abbraccio anche a te

      Delete
    4. M., tu parli di anime lucenti, ed io mi commuovo, ovviamente.
      Ma il mondo e' indifferente, se non ruvido, con quelli come noi.

      Un abbraccio!

      Gio

      Delete
    5. Il mondo ha paura delle anime lucenti, esse dicono verità scomode.
      E credimi quando non vuoi sentirti dire una verità scappi come i topi al colpo della scopa.

      Sempre a te im abbraccio.

      Delete
  3. Do you understand there is a 12 word sentence you can tell your crush... that will trigger deep feelings of love and impulsive attraction to you deep inside his chest?

    That's because deep inside these 12 words is a "secret signal" that fuels a man's instinct to love, admire and guard you with all his heart...

    12 Words Will Fuel A Man's Love Impulse

    This instinct is so hardwired into a man's brain that it will make him work better than before to make your relationship the best part of both of your lives.

    In fact, fueling this dominant instinct is so important to having the best possible relationship with your man that the second you send your man a "Secret Signal"...

    ...You will instantly notice him open his heart and soul for you in such a way he haven't expressed before and he'll recognize you as the one and only woman in the universe who has ever truly tempted him.

    ReplyDelete