Wednesday, 14 March 2018

Sulla fine

Si può cedere di schianto, come trafitti da una fulmine, come spezzati da una raffica improvvisa
Oppure di si può consumare lentamente, granello dopo granello, e perdere forma attraverso infiiniti attimi apparentemente identici tra loro, cedendo qualcosa ogni giorno all'incessante assedio dell'abitudine.

Il problema, per chi come me cede di schianto, è che poi si ha la maledizione di voler ricominciare da capo.

L'ho fatto, e mi sono schiantato di nuovo come un perfetto deficiente.

Questa volta sento che non ricapiterà.

Sono tornato a sognare Silvia, il che è significativo.

Ed è significativo che sia distante, che ci sia sempre qualcosa o qualcuno tra di noi, a rendere il tutto peggio che malinconico: ridicolo.

È finita.

Penso al lavoro, scrivo solo memorie.

No comments:

Post a Comment