Saturday, 4 November 2017

Pensieri

Dalila, per altro, sarebbbe stata per me proprio una compagna ideale: indipendente, curiosa, intraprendente, buona.

...

Adesso devo pensare soprattutto al lavoro, che è lungi dall'essere la cosa più importante, ma che determina, innegabilmente, le mie possibilità.

Fisicamente sono troppo debole per una carriera accademica, figurarsi per un lavoro fuori dall'Università.
Ed inizio ad essere troppo in là con gli anni per un lavoro da postdoc.

C'è di che essere davvero preoccupati, credimi, visto che di soldi per campare di rendita, magari per dedicarmi nel frattempo alla scrittura, come ingenuamente spero di poter prolungare i miei sforzi una volta esauritasi altra occupazione, io non ne ho.

2 comments:

  1. Non essere preoccupato.
    E' nelle difficoltà che si tirano fuori i coglioni
    magari se un giorno ti ritroverai senza un soldo dedicherai anima e corpo alla scrittura!

    Quasi tutti i miei idoli han fatto grandi cose perchè morivano di fame; se fossero vissuti nell'agiatezza non avrebbero creato nulla, secondo me.

    Come dice il buon vecchio Chuck Palahniuk:
    "Art never comes from happiness".

    ReplyDelete
    Replies
    1. Poco ma sicuro, di questo legame, di questa dipendenza oserei dire, sono convinto pure io.

      Ciao Bill!

      Gio

      Delete