Tuesday, 24 October 2017

Tomato's slices

A volte, oggi ad esempio, mi capita di finire tardi al lavoro, e di voler accantonare l'idea di prepararmi qualcosa per cena.

Allora rimedio andando al Doner Kebab della stazione, dove ormai mi conoscono da tempo, per quanto raramente vi passi più di una o due volte al mese.

Credo che sia un nucleo famigliare a gestire il locale, parte di una grande catena.

A volte mi servono dei 'lui', a volte delle 'lei'.

I 'lui' infilano tre fettine di pomodoro in un kebab striminzito, ed uno spruzzo di maionese è il magro condimento che mi merito.
Cosi fanno anche le 'lei', come da menù, ma solo se un 'lui' è nei paraggi.

Quando è in negozio da sola, invece, 'lei' mi imbottisce un panino già ricco di un pomodoro intero, ed affoga tutto in un mare di maionese.

È il loro modo di volermi bene, ed io lo so,

Sono gentile, specie con chi fatica per tirare avanti: bidelli, spazzini, kebabbari.
Lo sono senza secondi fini, per empatia, per simpatia.

E se avessi un fine non sarebbe un po' di pomodoro in più, ma un sorriso.

3 comments:

  1. Se sono turchi vai di "Merhaba, nasilsiniz?" ovvero l'analogo di "Ciao, come stai?" ma leggermente più formale (ovvero, merhaba si può dire a tutti, anche alle persone anziane). Oppure più informale sarebbe "Selam", però credo si usi tra amici. Oppure, quando si saluta qualcuno che sta lavorando, si può dire "Kolay gelsin" che significa "Il lavoro ti sia lieve" (letteralmente: "venga facile (il lavoro, sottinteso)")
    "Kolay gelsin" si pronuncia "colài ghèlsin" :)

    I turchi sono come gli italiani, sono contenti di poter parlare la loro lingua...

    "Grazie" è "Teşekkür ederim" o, più informale, "Saol" (pronunciato con l'accento sulla "a"... non sono sicura sulla grafia, probabilmente sarebbe scritto "Sağ ol")

    Una parola facile da ricordare: "acqua" è "su", in turco. Come "su", in alto! :)

    Comunque se lo fanno prova l'İskender Kebab, o le İnegöl Köfte. O, se ti piacciono le melanzane, prova l'İmam bayıldı.
    O, tra i miei preferiti, c'è il Lahmacun (una sorta di pizza sottile con solo carne macinata sopra, che servono con prezzemolo e limone) (Lahmacun si pronuncia "Lah-ma-giùn", la c è sempre una "g" dolce, come in gelato).

    ReplyDelete
  2. Dimenticavo: Ciao!

    Un abbraccio,
    Giulia

    ReplyDelete
  3. Grazie, Giulia :)

    Ci proverò e ti farò sapere.

    ReplyDelete