Tuesday, 12 September 2017

Utrecht

Ci siamo visti ad Utrecht.

Ti confesso una cosa: probabilmente non ci sarà nemmeno un inizio vero e proprio tra noi due.
Probabilmente non andremo oltre i baci sterili del saluto, e non esperiremo mai le carezze, gli abbracci nei quali ha il proprio nido l'amore, ed il sesso che lo rende innegabile, ulteriore ad ogni fraintendimento, capace di discriminare tra un 'prima' ed un 'dopo'.

Ne sarà valsa la pena.

Già così ho goduto, magari da visionario, magari da spia, della sua bellezza di donna.

Eravamo ad Utrecht, città splendida, forse la più affascinante dei Paesi Bassi, di cui di solo alcuni aspetti, l'assenza di boschi nelle immediate vicinanze dell'area urbana, un'eccessiva esposizione al flusso turistico, mi rammarico.

Abbiamo visitato chiese, giardini, chiostri antichi di secoli e rinnovati dalla cura che questi abitanti del XXI secolo, pur in un ateismo diffuso, sanno avere del sacro.

Ma lei continuava ad essere la mia priorità.

Non è Alice, la donna dalla bellezza eterea e la perfezione inviolabile di un'Atena.
Non è Vera.
Non è Silvia, la cui carica sensuale è ancora impressa in me, al punto da sollecitare od impedire determinati incastri con le altre donne.

...

Siamo entrati in diverse librerie.
Cercavo un libro in particolare, ne abbiamo trovato un altro della stessa autrice che avevo in mente.
In una di queste librerie un giornalista stava per iniziare un discorso in celebrazione di non so quale scrittore nederlandese.

Semplicemente mi ha detto: "è l'autore preferito di mia madre, vediamo se lei è tra il pubblico".

E l'ho vista allontanarsi, consapevole, carica di pensieri e ricordi, verso la platea.

...

Vado convincendomi che non solo io potrei non essere l'uomo ideale per lei, ma che lei forse non è la donna per me.
Io amo le donne femminili ed un po' smarrite, dolci e fragili, indecise e tenere.
E lei è forte e dolce, poco femminile ma bella, intelligente e decisamente determinata.

Non è Alice, non è Vera, non è Silvia.

E tuttavia è bellissima.
Assai più di Utrecht.

2 comments:

  1. :)

    Mi fa piacere leggere di questa tua giornata!

    Qui stiamo entrando nel vivo della vita frenetica, ieri impegni su impegni... e non migliorerà, anzi (ma alla fine mi piace).

    Però (e lo dico piano, che sono superstiziosa) almeno ho un riscontro positivo da chi è presente nei miei pensieri, benché lontano.
    Basta così poco per essere felici.

    Ti auguro un sacco di queste belle giornate!

    Un abbraccio, e buona settimana

    Giulia

    ReplyDelete
  2. È proprio vero, Giulia, basta un cenno.

    Adesso devo smettere di parlare di lei, perchè le cose si fanno troppo intime, di colpo, proprio in seguito ad un cenno quasi inatteso.

    Torno ai discorsi generali, ai ricordi, ai pensieri.

    Un abbraccio, Giulia.

    Gio

    ReplyDelete