Thursday, 13 April 2017

Itinerario

Dai Paesi Bassi scendero' prima fino a Colonia, dove staro' per un brevissimo soggiorno di poche ore.

Sbrigata una certa faccenda, saliro' su un treno che mi portera' a Zurigo, dove il mattino, ed il pomeriggio, incontrero' dei vecchi amici, i loro bambini, ...

Incontrero' anche l'ingombro del mio passato, incompiuto, abortito, che e' nella casa vuota e straniera dove ho vissuto per 5 anni, e negli edifici cui ora e' interdetto l'accesso, ed i negozi, dove nuovi gestori, volti diversi, s'occupano di clienti che non posso riconoscere.

La mia vita e' un disastro, lo sai?

Non ho nulla di tangibile, ne' tantomeno di solido: ne' competenze adeguate a garantirmi un futuro, ne' la maturita' necessaria a preoccuparmi di una condizione di somma instabilita'.

Ho poche cose davvero care: le parole, e la voce che le veicola piu' in profondita'.

Questo e' quel che mi avvicina agli altri, ed in qualche modo, una vita insensata, mi fa amare da chi ha buon cuore.

4 comments:

  1. Torno dopo un bel po' di tempo per un saluto.

    Nemmeno io so se riuscirò a garantirmi un futuro... ma dovrò farlo, in qualche modo, che ho altre persone che dipendono da me. Ma ho una dannata paura di sbagliare, di giocarmela male...

    Buon viaggio e buon ritorno,

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sono felice di leggere di nuovo tue parole.
      Come stai?
      Mi parlerai di te?

      Gio

      Delete
  2. Non che io sia messa meglio a cose care , intendo quelle che potrebbero dare profondamente senso a me e al mio eventuale divenire....
    Ma ne verremo fuori spero almeno tu...
    :P
    In gamba Gio

    ReplyDelete
  3. A volte davvero mi sento privo di forze.
    Devo tenere duro!

    Ciao cara Magnolia!

    ReplyDelete