Tuesday, 13 December 2016

A proposito di ...

Non so mai come chiamarle.

Se uso il termine 'puttane', che è violento, degradante e offensivo, è per tenerezza ed affetto nei loro riguardi, perchè intendo dire che ogni volta che qualcuno le chiama così, violentandole, degradandole, offendendole, io sono dalla loro parte, perchè io voglio bene ai fragili, agli emarginati, ai custodi degli aguzzi cocci di bottiglia.

Ad oggi ne avrò frequentate occhio e croce un centinaio, e se di alcune mi sono dimenticato altre sono ancora qui, ed a volte mi domando che fine abbiano fatto, se stiano ancora aspettando, od abbiano cambiato vita.

Mi domando ora dove sia Maxi, la ballerina americana che preferiva fare la puttana in un bordello piuttosto che spacciare, o la bellissima Lora, ragazza di famiglia circense, metà serba e metà bulgara che, stanca di una vita, curiosa del mondo, partì senza bagaglio e scelse di esplorare la vità più che l'atlante.

Ho dovuto, e questa esigenza è tuttora attuale, evitare sia il pallore di una vita cruda e fredda (a causa di una condizione di oggettiva difficoltà che mi ha appesantito la vita), non toccata dall'ardore della passione, che l'indifferenza del consumatore seriale, del cinismo di chi pretende di acquistare una prestazione.

A conti fatti ci vado raramente.

A conti fatti ho fatto poche cose bizzarre.

Giusto una volta ho voluto provare a farlo con due ragazze, ma non c'è naturalezza se si deve (giustamente) cambiare preservativo ad ogni penetrazione, nè intimità, chè non si possono conoscere contemporaneamente due straniere, ed io ambisco alla naturalezza, ed io ambisco all'intimità.

...

Potrei andare avanti per ore, ma sto perdendo di vista il tema di questa mia riflessione ... Sasha!

2 comments:

  1. A manca di farlo con un'altra ragazza e sarei curiosa di provare :D ma il fatto che si perda l'attimo cambiandosi ogni volta e che potrebbe venire fuori una certa gelosia tra donne mi rende titubante..

    C'è chi aprendo la bocca puttanifica ogni Donna e ci sei tu che con le tue parole rendi diademi anche gli aguzzi cocci di vetro.

    Grazie

    ReplyDelete
  2. Grazie a te, Barbara.
    Grazie di cuore.

    Io non credo che ripeterò l'esperienza, almeno non in quei termini.
    Certo l'idea di vivere qualcosa di non pianificato, con due sconosciute pervase da un desiderio impellente, è intrigante, così come il lasciarsi andare alla complicità con due amiche ... ma vedo anch'io nella gelosia e nelle interruzioni dei fattori capaci di estinguere la fantasia, il desiderio, la naturalezza.

    Credo che possa essere molto bello, ma un po' difficile.

    Tieni presente che cambiare preservativo ad ogni penetrazione è davvero importante per le donne! Ci vuole che l'uomo non sia egoista!

    Poi continuo a raccontarti di queste donne che ho conosciuto.
    Di alcune mi ricorderò per sempre.

    Ciao, a presto!

    Gio

    ReplyDelete