Monday, 24 October 2016

Chissà cosa vuol dire

Cosa vuoi che ti dica: a me Klara piace, o almeno piaceva, molto.
È bella, ed è molto donna, ed un po" bambina.
La vita difficilemente sarà per lei quel concatenarsi di scene fatali che esalterebbero la sua innata teatralità, e questo perchè la fuori c'è un mare di mediocrità, e troppo buon senso.
Ammetto di seguire il suo profilo Instagram, anzi ammetto candidamente di tenere un account soprattutto per vederla e sapere di lei.
Adesso è qui, da qualche parte, vicino alla mia città.
Già in estate riconobbi tra le sue foto paesaggi a me familiari: il castello,  il parco, l'inconfondibile cielo ...
Cercai di contattarla, ma non mi rispose.
Cercai allora nella memoria una ragione a quel silenzio, ma non ne venni a capo.
Chissà che è stato, chissa' cosa vuol dire!
Preferirei astio ad indifferenza, ma non me ne cruccio.

È buffo.

Il giorno in cui Klara capitò qui, quest"estate, era appena giunto in città mio fratello, venuto dopo anni a trovarmi con l'idea di soggiornare in questa regione giusto un paio di giorni prima di riprendere un suo lungo giro dello UK.
Io pensai subito a come sbarazzarmi di lui, in caso Klara avesse risposto al mio saluto con un invito, e giunsi perfino a maledire quella coincidenza che avrebbe limitato la mia libertà divederla, di stare serenamente in silenzio con lei.

Anche adesso ho incombenze ed impegni.
Non le scriverò.
Non maledirò nulla.

E tuttavia lei resta stupenda, ed infinitamente donna e bambina.

No comments:

Post a Comment