Thursday, 18 August 2016

In sospeso

Ho avuto un giramento improvviso.

Stavo mangiando, ed all'ultimo boccone il respiro si è fatto più affannoso, i movimenti meno precisi.

Ho perso un poco di sensibilità agli arti sinistri.

Mi sono levato la camicia, ed intanto bagnavo d'acqua fredda il volto e le braccia.

Pensavo alle cose che ho in sospeso.
Pensavo a te, che non posso lasciare così.

Ora sto bene.

Forse ho solo schiacciato un nervo, ero seduto con il busto lievemente ruotato, e non è la prima volta che mi capita ... ad ogni modo non posso lasciarti così.

Di la sono, sulla scrivania, i documenti, le lettere, i disegni stilizzati.

Sono incompleti, ma sono per te.

No comments:

Post a Comment