Monday, 18 July 2016

Ci si ama in due

Da cinque anni vivo qui, e da cinque anni la vedo.

Prende l'autobus anche lei: qualche fermata dopo la mia, e scende prima dell'universita'.



E' sempre elegantissima, non solo nel portamento, quella puo' essere una dote naturale, ma anche nell'acconciatura e nell'abbigliamento, come solo la disinvoltura e la consapevolezza consentono.

E' vecchia.

Ha rughe ovunque, perfino sul collo, sotto il foulard.
Cammina lentamente, con un bastone, e l'autista aspetta che arrivi a sedersi prima di ripartire.

In gioventu' dev'essere stata una bellissima ragazza, lo capisci subito.

Oggi, a meta' corsa, e' salito un vecchietto.

L'ha salutata con un sorriso, poi si e' seduto accanto a lei.

Ecco, forse sono un visionario, chissa', eppure  sono sicuro che abbia pensato, tra se' e se', 'come sei bella' ...

E so per certo che davvero l'ha provata, l'emozione di chi si trova innanzi alla bellezza (emozione che io conosco bene).

...

E' che quando si ama [davvero], ci si ama in due [in qualche modo], e l'amore una volta che ci prende resta dentro di noi, e cresce, e vince le rughe, il silenzio, gli accidenti della vita.

...

No, credimi: non sto delirando.
La verita' e' che ho amato.
So di cosa sto parlando.

No comments:

Post a Comment