Friday, 24 June 2016

Una di quelle

Esistono persone, pochissime, e non ho ancora ben capito se piu' fortunate dell'altre o miseramente dannate, che vivono ogni cosa con indomabile trasporto emotivo e lucida coscienza, e cio' che vivono lo vivono e rivivono cento volte, che' quel che entra rimane li, a dibattersi, a splendere, a urtare, a far male, o a fiorire.

Esistono persone che con naturalezza riconoscono la molteplicita' della realta', che percepiscono come somma di sfumature diverse, ed ogni sfumatura sanno cogliere nella sua individualita': cosi' di un gesto, di una parola, di una disattenzione mettono come sotto una lente di ingrandimento ogni dettaglio, ingigantendo il bene ed il male.

Queste pochissime persone solitamente le incontri infilate tra le pagine di bei romanzi, o nelle pieghe del tuo cervello, tra i sussulti del cuore, piu' difficilmente hanno carne ed ossa.

Chiara e' una di quelle.

Azzardo delle ipotesi.

Io credo che pagine di bei romanzi si siano infilate nelle pieghe del suo cervello, tra i sussulti del cuore, e poi di li, i dettagli del processo mi sono ignoti, si siano moltiplicate, evolute, approfondite.

Credo che quelle pagine di bei romanzi si siano trovate benissimo in Chiara, sedotte proprio come me dai suoi occhiali da ragazza miope che vuole vedere lontano, dalle tazzine di caffe' ed dalle passeggiate per i boschi.

Chiara mi ha spiegato, ed e' stata molto convincente, che io sono un po' tonto, un po' inopportuno.

Ha ragione.
Ma anch'io ho ragione.

3 comments:

  1. Esistono anche nella vita e che si sanno ben nascondere.
    Ciao Gio

    ReplyDelete
    Replies
    1. Hai ragione, cara Magnolia :-)

      Gio

      Delete
  2. Esistono anche nella vita e che si sanno ben nascondere.
    Ciao Gio

    ReplyDelete