Friday, 10 June 2016

Appunti di viaggio

Stanotte sono stato poco bene.

Verso le due della notte mi sono svegliato di colpo, e stavo come soffocando: un riflusso gastrico salendo dall'esofago ostruiva le vie respiratorie, e per lunghissimi attimi ho vissuto una condizione stranissima di confusione e paura, uno smarrimento violento.

Non mi sembrava di essere in grado di respirare, eppure per certi versi non mi mancava del tutto il fiato, come se almeno attraverso il naso riuscissi a guadagnare un po' di ossigeno (o era questa solo un'impressione pietosa?).

E' stato piu' angosciante un momento successivo, in cui davvero degli spasmi mi soffiavano l'aria fuori dai polmoni.

Alla fine sono riuscito a inspirare di nuovo: poi mi sono alzato, sono andato in bagno, maledicendo la cena frettolosa della sera precedente, la fretta di una spesa approssimativa.

E' la seconda volta che mi capita qualcosa di simile, ed ho capito la lezione: neppure in una situazione 'particolare' (come lo e' il ritorno a casa da un viaggio) posso cibarmi in modo disordinato, e poi mettermi a dormire.

...

Domani ti raccontero' dei miei appunti di viaggio.

2 comments:

  1. Mi è capitato più di una volta una crisi del genere mista a tosse addirittura, e ho avuto paura soprattutto quando non sapevo che era reflusso. Poi l'ho curato ed è andata decisamente meglio. Qua do mi curavo con medicina tradizionale potevo bere a che alcolici, poi sono passata all'omeopatia e lì ho dovuto lavirare molto anche io per i cibi decenti.
    Un salutone :-)

    ReplyDelete