Tuesday, 19 April 2016

Pensieri su suoni, immagini, odori

 
Sono tornato a casa a piedi, oggi.

Lungo i sentieri del parco ho finalmente incrociato la truppa allegra dei corridori, ed ho respirato l'odore di una bella ragazza che, sudata, euforica, appoggiata ad un albero riprendeva fiato, e si confondeva con l'essere universale di cui sono parte anch'io.

Piu' avanti, in una strada semideserta, un bambino diventava grande pedalando in equilibrio precario su una bicicletta ancora troppo alta per lui.

In alto cantavano uccelli tornati quassu' da chissa' dove.

Oltre l'alta siepe di una casa signorile, smessi gli abiti d'avvocato o da dottore, un fabbro o un giardiniere improvvisato lavorava con martello e fischiettando ad una recinzione, ad un innesto, forse alla cuccia di un cane.

E' arrivata la primavera.

(e domani scappera', ne sono certo!).

No comments:

Post a Comment