Wednesday, 13 April 2016

Pensieri disarticolati

 
Non pretendo ne' auspico d'essere piu' coerente di altri.

Mi pare d'altro canto che le oscillazioni dei pensieri, delle sensazioni e dei comportamenti, quando non manipolate o modellate opportunamente dal tornaconto personale ma espressione delle contraddizioni della vita, testimonino piu' l'ampiezza dello spirito, le risorse della mente, la capacita' del cuore, che non la meschinita' dell'individuo.

Negli estremi che ho esperito, nell'attimo in cui quella peculiare forma d'attrito che e' la determinazione personale non e' piu' riuscita a tenermi vincolato alla traettoria predisposta dalla mia volonta', ho osservato me stesso da punti di vista diversi, a volte complementari, a quelli che la quotidianita' offre a me come a chiunque altro.

Un nonnulla mi ha separato dall'abisso della depressione, dalla spirale che tutto annichilisce ... e da quell'ultima oasi della consapevolezza io ho tratto infinito giovamento: li ho appreso di una fecondita' apicale, di una visione d'insieme, di una capacita' straordinaria di alienare me stesso.

(da commentare).

Questa consapevolezza quasi sensoriale, che sedimenta in me oggi una completa comprensione anche in ambito umano del motto di Galileo circa la 'sensate esperienze' e 'necessarie dimostrazioni', e' parte fondamentale della mia sicurezza di uomo.

Laddove la bussola non sapra' piu' indicare una direzione, un punto relativo ma sufficiente per scegliere un verso piuttosto che un altro, io so che trovero' un principio nuovo, forse difficile da cogliere, probabilmente impossibile da addomesticare, e tuttavia portatore di una luce chiarificatrice, la cui memoria, cosi' come quella dell'amore e dell'estasi, non mi abbandonera'.

...

Cosi' ripenso al periodo che e' in qualche modo compreso tra il 10  Ottobre 2008 ed il  30 Luglio   2010.

(continua ... forse).

6 comments:

  1. il (da commentare) vince su tutto.

    Io più leggo meno capisco, quasi non seguo il discorso talmente ermetico :) alienare sé stessi da se stessi, è una prospettiva che mi inquieta parecchio.
    comunque quello spazio temporale mi incuriosisce sempre di più.. (continua ... per piacere)


    Barbara :)

    ReplyDelete
  2. Il concetto di consapevolezza è per me espresso quasi in chiave poetica, ti ho riletto ben tre volte di proposito, per la bellezza del concetto.
    Io troverò un principio nuovo eleva non sai di quante potenze la mia totale ammirazione per l'anima che sei.

    I tuoi pensieri sono superiori.... E ti lo sai ^_^

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma tu mi fai diventare rosso Magnolia :D
      Non sono superiore, credi a me ;-)
      Piuttosto ho a volte la tranquillità per pensare alle mie disperazioni, ed un punto di vista un po' folle sulle cose.

      Ciao :-)

      Gio.

      Delete
    2. scrivo il vero. punto :P
      ciao anche a te.

      Delete
    3. Mi arrendo :D

      Gio

      Delete