Sunday, 17 January 2016

La tenerezza negli altri

E' gelido, fuori nevica ancora, ed io sono stanco.

Capita cosi' che nel fine settimana ogni tanto ordini qualcosa da mangiare da uno dei tantissimi take-away della citta'.

Bastano pochi click per scegliere, ed una carta di credito per pagare: spaghetti alla bolognese o gnocchi alla sorrentina quando voglio trattarmi bene, pizze Margherite ed ali di pollo se non ho tempo ... ed in generale qualcosa che non mi obblighi a scendere a fare la spesa, a cucinare.

Sono quasi sempre molto giovani i fattorini che salgono le scale.

Dal terzo piano scendo sempre verso di loro, che si sorprendono di vedermi li, ed allora io spiego che: 'third floor, you know'.

Su quei visi gentili ed onesti, visi di lavoratori e studenti, stonano un po' i cappellini del brand, le divise tutte uguali.
Ma non esiste migliore cosmesi di quella della decenza, di un lavoro duro ma onesto, della tenerezza di un cuore contento.

Li vedi, i ragazzi e le ragazze dai cuori contenti.

Salgono la scale divorando i gradini.
Sorridono e chiacchierano un po' del piu' e del meno.

Sono spesso immigrati dell'est europa, troppo indaffarati per lamentarsi del freddo e della durezza della vita, quasi increduli che sia tutta qui.

I miei cedimenti emotivi alla bellezza dell'animo umano non sono da ricondurre ad una fragilita' intrinseca, ne' si esprimono in manifestazioni esteriori.

I miei cedimenti emotivi, quel sentire dentro il cuore, sono dovuti ai ricordi di tutta una vita.

Ed impassibile, ed un po' distaccato, io contemplo la somma, l'insieme, la quintessenza stessa della bellezza.

Un procedimento dopotutto simile a quelli dell'analisi grammaticale o scientifica mi permette, con precisione e risoluzione eccezionali, di isolare dalle diversissime relazioni che via via vado vivendo le componenti elementari ed irriducibili dell'esperienze umane.

Cosi' vivo l'amore, la paura, la bellezza, la miseria.

3 comments:

  1. Bello vivere così.
    Dovremmo imparare molto da te.

    ReplyDelete
  2. Bello vivere così.
    Dovremmo imparare molto da te.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma dai, così mi fai divenrare tutto rosso :D
      E poi tu non hai nulla da imparare, credi a me!

      Un abbraccio

      Gio

      Delete