Sunday, 22 November 2015

Guerra di religione

Non ho mai avuto dubbi in proposito: questa è una guerra di religione.
Lo è proprio come quasi tutte le altre.

È sbagliato, tuttavia, parlare di guerra tra religioni.
Qui si affannano tutti per lo stesso Dio: il denaro.

Lascia perdere le prime linee, i disperati, le pedine sacrificabili.
Quelli li si intontisce di droga e vaghi ideali, come sempre si è fatto, e li si arruola tra chi è stato emarginato a vita, ed ha solo odio da riscattare dentro di se, o tra chi ha lesioni in testa, buchi nell'anima.

Ma chi comanda, chi delega la morte e gode dei profitti, chi offre vittime all'altare, lo fa in nome di quell'unico Dio.

2 comments:

  1. Concordo.
    Leggevo proprio qualche giorno fa questo:

    http://www.tvsvizzera.it/radio-monteceneri/Cartacanta/Gli-obiettivi-geopolitici-degli-attentati-di-Parigi-e-l%E2%80%99uso-strumentale-della-religione-6446635.html

    Ciao

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Marco.
      Bell'articolo, grazie della segnalazione!
      Gio

      Delete