Saturday, 26 September 2015

Pensieri onirici



Inizio a credere di essere piu' profondo e brillante nel sonno che nella veglia.


Da qualche tempo sto pensando al futuro, ed ultimamente, anche in virtu' di lunghe chiacchierate con colleghi che vivono o hanno vissuto negli States, sono tornato a considerare l'America come meta del mio prossimo futuro.

So bene che questo dilaterebbe ancora di piu' la distanza tra noi, ma ormai, per non dire da sempre, sono consapevole che esiste un limite a cio' che la parola puo' significare, ed insomma non conoscero' mai le tue concavita', i tuoi segreti, le tue debolezze.

Ti dicevo del sogno ...

Avevo appena fatto una corte sfrenata a Virginia Raffaele, una bell'attrice, vivace, allegra, intelligente, e lei finalmente aveva accettato le mie folli dichiarazioni d'amore (la prima parte di questo sogno, che tralascio, e' stata a dir poco esilarante ...).

Pero', ma guarda un po', invece che l'amore abbiamo iniziato a fare un discorso sull'America.

Alla fine ho chiesto a Virginia:

'Ma tu credi che gli Americani non pensino mai alle conseguenze di quel che fanno?'

Dopotutto la mia impressione, confermata, rafforzata dai discorsi di cui ti dicevo in principio, e' proprio questa.

...

Lei risponde che si, esiste una sorta di folle superficialita', di instintiva propensione all'azione in quel paese di adolescenti.

Ma mi ha ammonito.

'In Europa', ha spiegato, 'non si pensa mai abbastanza alle conseguenze del pensare sempre e troppo alle conseguenze di cio' che si fa'.

Beh, Virginia ...

Oltre che bella sei pure intelligente.
Vienimi a trovare quando vuoi.

(PS: possibile che abbia sognato proprio lei, e non una delle mille donne che amo, a causa del nome, che e' anche quello di uno dei 50 stati dell'Unione?).

5 comments:

  1. This comment has been removed by the author.

    ReplyDelete
  2. gli americani pensano a tutto, ma se ne fregano categoricamente poichè il potere è il Dio in cui credono.
    non so se hai visto il discorso del papa al congresso, ma ho notato che lo hanno sempre applaudito in tanti se non tutti, quando parlava di chi aveva dato esempio in america, che aveva fatto qualcosa per l'umanità che avesse origini americane.
    ma quando ha ammonito sul commercio di armi, credo di aver contato più o meno una trentina di persone su oltre 300 che applaudivano?
    se ne fottono del sangue innocente e le armi le vendono e basta. e cosi fan con tutto.
    l'america è il risultato del sangue dei poveri, a seguito veniamo noi europei. amen
    buona notte Gio e felice di leggerti sempre
    dove c'è potere e soldi c'è l'america altro che barilla.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao cara Magnolia :-)

      Domani spieghero' meglio cosa intendevo. Su ciò che hai detto cmq concordo al 101% :F

      Delete
    2. E che ultimamente non sopporto gli americani e ci vado giù ppesante e a ruota libera

      Delete
    3. Allora ne parleremo a lungo :-)

      Delete