Monday, 15 June 2015

La tristezza, finalmente.

Finalmente sono triste di nuovo.

Solo così rendo giustizia e merito ai miei sentimenti, sbagliati, inopportuni, nemici di me stesso e di chi amo.

La tristezza, finalmente.
E per una volta è ragione, e ne vale la pena.

La rivivrei mille ancora, all'infinito.

Perché é sì ingiusto amarti, ma d'altra parte cosa non lo è in una vita di condanna ed esilio?

La tristezza solamente può testimoniare ciò che sono davvero, ciò che intimamente concepisco ed deve abortire prima che mi divori.

Sono autentico solo nella sofferenza ... ma adesso me ne consolo!
Mi riscatta!

Non mi compiaccio del dolore, eppure io so che quello e null'altro può equivalere al mio amore.

Ed io ti amo.
Ed è stupendo.
Ed è atroce.

No comments:

Post a Comment