Monday, 4 May 2015

Confusione ...



E dopo aver fatto l'amore con una bella donna, ti ho sognata.
Ed abbiamo fatto l'amore, io e te.


La vicenda e' assurda, articolata, incomprensibile, e tuttavia sommamente coerente in un dettaglio: tu, che sei assurda, articolata, incomprensibile ...

Hai abbandonato la civilta', scegliendo di ritirarti in una foresta, luogo impenetrabile, fiabesco, sede della tenebra.

Vivi tra gli alberi e lupi, linci, tigri.

Io vengo a cercarti, e so che potrei morirne: tra me e me penso ...

E cosi' credo di poter sconfiggere un lupo, e so che l'esito di uno scontro con una lince e' incerto, ma e' ovvio: non ho speranza contro una tigre.

Chi incontrero' per primo?

Mi sembra di esserti vicino, forse sto ascoltando il vento, o forse sei tu ... e imprudentemente inizio a correre nella direzione del suono di quella che adesso riconosco: e' la tua voce.

Una lince chimerica dagli artigli d'argento, emersa dalla nebbia della foresta, si avventa su di me.
La lotta e' furibonda, e solo per fortuna, conficcando un rasoio affilato nella gola dello splendido animale riesco a salvare la vita, e nel momento in cui la lama affonda nella carne, io sento la pena di aver ucciso una creatura unica, forse custode del tuo segreto.

Sei muta, forse in attesa, forse delusa, nella tua casetta sull'albero.

Ti raggiungo, e teneramente, spaventati, confusi, facciamo l'amore.

'Adesso me ne devo andare, lo sai?', dici infine.

Ed io so che intendi partire da sola, ed io so che ancora tornero' a cercarti, per prenderti di nuovo, ed almeno per un po' tenerti al mio fianco.

2 comments: