Thursday, 2 April 2015

Un idiota

Stasera ho cenato fuori, in uno dei mille ristoranti del centro.

Due tavoli sulla sinistra avevo un idiota.
Un italiano dal forte accento romano, strafottente e meschino ... domani ti diro' di piu' se vuoi.

Per ora ti basti sapere che era li con una ragazza, e si pavoneggiava in modo francamente ridicolo.

...

Per un attimo ho pensato a quanti idioti sono a questo mondo.

Ed ho temuto che uno, magari, e' vicino a te, o cerca di prenderti, per fare di te il suo giocattolino, o una figurina da esporre, tradire, ingannare, sottomettere.

E' ovvio che questo e' un timore stupido, che non tiene debitamente conto di chi tu sei ...

Non e' neppure gelosia.

E' una nota ulteriore della mia malinconia.

No comments:

Post a Comment