Friday, 4 July 2014

Pensieri

Esiste un'intelligenza ravvivata dai sentimenti, ma le sue idee, le intuizioni istantanee, le articolate teorie non sono parole a poter sintetizzare.

Esiste un linguaggio adeguato per cogliere ed esprimere la portata di questo universo intricato e mutevole, e paradossalmente e' quello del corpo, dei nervi che rivitalizzano le carni, del sangue che le irrora, delle labbra mordicchiate, e non dico da baciare, e non dico null'altro.

Dovresti sentire il mio cuore palpitare, irregolare e violento, ed allora capiresti ogni cosa.

Non so parlarne, ma io sento ogni giorno il desiderio di raccontarti qualcosa, ed allora scrivo di ... di sogni, donne, paesaggi ... curiosita' etimologiche.

Cosi' scopro dell'etimologia interessantissima di 'eresia', che ha radici nel greco antico di 'αἴρεσις', ovvero 'scelta'.

Il contrasto con 'ortodossia',  'ὀρθός' 'δόξα', la 'diritta opinione', non mi e' mai sembrata cosi' opportuna, cosi' indicativa, cosi' appropriata al libero pensiero che continuamente dubita, riconsidera, rimodella.


No comments:

Post a Comment