Friday, 7 March 2014

Pensieri sui libri







Nessun vascello c’è che come un libro

possa portarci in contrade lontane.
 
(Emily Dickinson)


Riflettevo pochi giorni fa su questa massima di Emily Dickinson, trovata qua e la in quel mare infinito che e' 'l'altro'.

Mi ha colpito l'associazione tra libro e vascello.

Si ristabilisce cosi' il senso etimologico della parola, non credi?

'Libro' torna ad essere la corteccia che i primi naviganti lavoravano per farne vascelli di fortuna.

E c'e' una similitudine ulteriore, benche' sottile e spesso non intesa, tra un natante ed un libro: la destinazione, sconosciuta ad Ulisse quanto a Leopardi, ed ancora di piu' l'irreversibilita' che impedisce ad entrambi di poter tornare immutati al punto di partenza.

2 comments:

  1. Non vorrei disturbare. :-)
    Solo un saluto e un ottimo fine settimana a te!
    Un bacio!

    ReplyDelete