Sunday, 30 June 2013

Ancora pensieri


Pensieri sull'amore.

Un caffe' che si raffredda, che' lo bevo a piccoli sorsi, in compagnia dell'amica piu' cara che abbia quassu'.

E di nuovo una passeggiata nel bosco, alla ricerca di un gigante caduto.

Adesso sono stanco, ma domani spero di riuscirtene a parlare.

Saturday, 29 June 2013

Parole

La convivenza forzata con Windows Vista e' solo un ricordo.

Ieri, all'ennesimo crash multiplo, sfinito dall'invadenza di mille finestrelle aperte su una discarica a cielo aperto, la natura bacata di questo sistema, ho deciso di non indugiare oltre, e sadicamente, muovendomi proprio su quel lurido Desktop inzaccherato di spam e messaggi di errore, ho installato di nuovo una Ubuntu.

Thursday, 27 June 2013

Pensieri


Mi sono accorto che era un sogno perche' ad un certo punto, da lontano, mentre indaffarata in chiacchiere, e tranquillamente seduta ad una tavola imbandita, lei mi faceva l'occhiolino.

Pensaci ...


Pensaci ...

Cartone!
Scatole!
Lattine di birra!
Contenitori di Pizza!
Giornali!
Perfino avanzi della cena ...

I cassonetti per la raccolta differenziata sono giusto dall'altra parte della strada!

Non riempire il bidone ...

Ricicla!


Amo questo quartiere.
E' una creatura vivente.

Wednesday, 26 June 2013

Un culetto dolce

Non ci si accorge subito di un culetto dolce, tondo, che se ne sta timido in disparte.

Sono altre espressioni della femminilita', che sciagura, a catturare per prime la nostra attenzione: pantaloni attillati su carni sode e provocanti, acconciature che ben si prestano ad immagini d'erotismo, seni ben in mostra, smorfie sbarazzine e gongolanti di volutta' ...

Invece i suoi occhialini, i capelli tenuti severamente a bada da una pettinatura un po' fuori moda, ed ancora i capi d'abbigliamento che non accennano a scollature o spaccature suggeriscono di ignorare, di non cercare neppure, di guardare oltre.

Che gioia allora, al congedo, dopo i consigli di rito, somministrate le raccomandazioni necessarie, trovare proprio li sotto un culetto dolce, dolcissimo.

Che stupore scoprire nel viso lentigginoso un candore nuovo, perche' adesso sai che la gentilezza dei lineamenti, l'espressione di studentessa seria e preparata, la premura, la stanchezza e l'ansia per gli esami, convivono, chissa' con quale imbarazzo assieme a tale chiarissima dichiarazione di amore, tenerezza, passione.

Che fame ho di quel culetto dolce.
Non saro' mai sazio del budino morbido e vellutato che e' la sua pelle, e li ritroverai i miei pensieri.


Vivan le donne!

Tuesday, 25 June 2013

Vera



La parte iniziale di questo breve racconto e' abbastanza assurda - e devi considerarla come un episodio, un episodio che non auspicava nessuna continuazione.

Monday, 24 June 2013

Problemi tecnici

Esiste un sistema operativo piu' demente di Windows (Vista)?

Sul mio portatile ho due OS: Windows, nativo, e che non sono riuscito a disinstallare, e Linux.

Io uso sempre e solo Linux.
Sempre, sempre, sempre.

Per far controllare la posta ai miei ospiti, ho avviato una tantum Windows.

Non so quale diavolo di update automatico abbia infettato il tutto, ma il fatto e' che non riesco ora piu' a caricare Linux: Grub, il boot loader, sembra ancora installato, ma il sistema non si avvia.

Ho bestemmiato in 15 lingue, e mi sa che dovro' reinstallare una distribuzione Linux, sperando di riuscire ad espellere Vista nel frattempo.

Queste ore di uso coatto di Windows-Explorer sono disperanti: si aprono finestre di continuo, ogni tre per due qualcosa crasha.

Pur avendo ben in mente di mandare tutto al macero entro pochissimi giorni, ho dovuto necessariamente installare un altro browser (ho scelto Chrome ... non male, e  lo dico da affezionato utente Firefox).

Nel frattempo medito, scrivo, scambio quattro chiacchiere e cammino per le vie della citta'.

Thursday, 20 June 2013

Tante cose

E' da qualche giorno che vorrei parlarti di una ragazza, esuberante e vivacissima.

Wednesday, 19 June 2013

Pensieri imbarazzantemente sciocchi

Sono uscito indenne dall'adolescenza, forse perche' non l'ho mai vissuta.

Le piccole perversioni, l'abbandonarsi alla droga o all'alcol per delegare certe responsabilita' d'impiccio, il tradimento come succedaneo di un'ambigua dichiarazione della propria complessita', l'egoismo succubo all'esigenze dei sensi, sciocchezze che solo se non tenute a bada possono evolvere fino a farsi ammaccatura dell'anima, le ho viste, forse patite, mai vissute in prima persona.

La purezza che ho conservato, tutelata e trattenuta dal male, non si esprime oggi solamente nella dolcezza, nella pazienza, nell'equanime opinione che ho del mondo, del mio ruolo.

La lama e' affilata, i giudizi severi ben ponderati, e la ferocia di alcuni comportamenti, di un addio, di un diniego non improvvisata, ma metodica, indispensabile come una tossina che l'esigenza chiama farmaco.

Monday, 17 June 2013

Adolescente



Ho incontrato un uomo.

Quarantanni, forse qualcuno di meno.

Lo diresti a prima vista brillante, senza dubbio sicuro di se', certamente abile, probabilmente narciso.

Saturday, 15 June 2013

Cercandoti



Poche esperienze al pari del dolore drizzano i miei nervi, imponendo lucidita' ed ordine al vago sparpagliarsi delle idee attorno a mille nuclei indipendenti, istruendomi cosi' ad esempio con chiarezza circa i meccanismi che sottendono alle relazioni umane.

Precipitando esploro in profondita'.
L'ho sempre fatto.

Friday, 14 June 2013

Pensieri sull'inutilita' della vita

Gli uomini d'affari asiatici, azzimati, impeccabilmente infilati da una disciplina piu' che marziale in capi d'altissima sartoria italiana, calpestano da padroni il suolo di ###, ed ovunque sono i solleciti servitori dei Sultani e degli Emiri, e non passano inosservati, meno riservati e lungimiranti, ma forse altrettanto ricchi, i Russi.

Pensieri


Rieccomi di nuovo a casa.

Ho penato non poco a tenere il ritmo, ed ho sopportato a fatica perfino il dolore invisibile del semplice spostarsi, di fretta, ogni mattina, da A a B, da B a C,  da C a D.

Lo stesso, alienandomi quando possibile dagli impegni di lavoro, ho pensato, visitato musei, cercato e trovato ancora la bellezza dell'attivita' mentale.

Idee dolcissime, piccoli tesori, istantanee di cruda vitalita' ...

Ho tutto ancora qui dentro, e anche se non ti ho scritto che dettagli minuti sono piegato da ricordi, sensazioni, intuizioni.

Adesso perche' tutto sia completo e perfetto non occorrono altre immagini, ulteriori speculazioni.

Sono gia' troppe le metafore, le riflessioni, la spericolate improvvisazioni.

Adesso devo solo prenderti come un animale, ed impiegare, sfogare, consumare su di te tutta la perfezione che per te ho elaborato, ed infine stendermi al tuo fianco, e dormire, e poi tornare a girovagare un'altra volta, perche' l'attesa e le fantasiose scoperte mi ricongiungano a te.

Saturday, 8 June 2013

Sognare Silvia

Ho solo un attimo, prima della partenza, ma non voglio dimenticare che stanotte e' tornata a trovarmi, Silvia.

Friday, 7 June 2013

Partenza

Parto per lavoro - mi attende una settimana di strees e fatica in una metropoli, e non da solo.

Un incubo.

Cheers

Thursday, 6 June 2013

Sogno o realta'?



Stanotte ho sognato un sonno travagliato e gioiosissimo.

Un impegno mi aveva obbligato a puntare la sveglia alle 7 del mattino e, come sempre mi capita in queste occasioni, gia' all'alba  un'ansia malsana tratteneva lontana la serenita' del sonno.

Monday, 3 June 2013

Al diavolo le paure


Al diavolo le paure.

Non credo leggerai questo messaggio, ma non lo posso escludere.

In ogni caso non replicare, non scrivermi, non fraintendere ... e soprattutto resta celata nel dubbio dove ho voluto rifugiarti, li dove solamente puo' baluginare la speranza, idiota e colpevole, che tu sia felice, amata, serena.

Prendi queste parole come l'affermazione del mio affetto intatto ed infinito per te e fanne cio' che vuoi - affidati a loro quando tremi, ricordatene quando dubiti di te stessa ... ma resta lontana, tu che per me sei droga, e forse veleno.

Non voglio sapere nulla di te.
Nulla.

Sono efferatamente esplicito, ma non per questo devi proiettare un'ombra di mio risentimeno o dolore su di te: sto bene, tutto qui.

Cane randagio


Che meraviglia scoprire lungo il corso del fiume un vecchio mulino, quasi rapito da folti rampicanti e muschi schiumosi, e tra gli alberi, tenacemente ostili e fieri superstiti all'ingordigia della citta', arroccati come soldati attorno ad un linea difensiva che ormai non contiene piu' alcuna superficie e tuttavia custodisce la sorgente stessa della vita, macchie di lilla', cespugli stellati di bacche rossastre, e conigli ben pasciuti, che zompettano qua e la, e sono lesti ad infilarsi nel sottobosco se un cane randagio s'avvicina.

Sunday, 2 June 2013

Sognarti


Sei entrata nel mio sogno intatta, eterea, e li sei rimasta identica a te stessa.

Neppure per un secondo ho avuto la prepotenza, la presunzione o la semplice capacita' di poter disvelare l'ineffabile mistero di pensieri, di lacrime, di metafore che carezzano, incupiscono, nascondono l'animo tuo, di fronte al quale, adesso ne ho dimostrazione, soccombe perfino l'inconscio.