Thursday, 5 December 2013

Segnali

Il mio corpo ...

E' come se da un po' di tempo mi stesse mandando dei segnali.

Segnali concordi benche' non chiarissimi.

La dislocazione del cristallino, la rapida mutazione di una macchia nerastra sull'addome, un dolore piu' aggressivo ... ed oggi un bozzo orribile, una protuberanza gommosa sul dorso della mano, una sacca rigonfia che il medico ha classificato come cisti tendinea, o qualcosa di simile.

Non mi preoccupa il nuovo interventino che forse sara' necessario: e' noia, come noia saranno le attese, i soliti piccoli disguidi che sempre capitano a chi e' stanco, e vede male.

Vorrei poterti voler bene per un po' di tempo, tutto qui, e contribuire al tuo sentire, o almeno esserne parte o spettatore.

Per quanto mi sforzi non riesco ad immaginare una congiura dei sensi o del caso che possa avvicinarci ... ed ogni incertezza del corpo mi spaventa nella misura in cui minaccia di strapparmi anche solo l'illusione - che io so comunque essere infondata e folle - di esserti accanto.

Ti prego ... credi al mio amore per te.

E se e' troppo assurdo ed ingiusto, credi al mio amore, e sussurrami che e' dolcissimo e malinconico come tu sei.

4 comments:

  1. La tua dolcezza è grande.
    Se fossi credente ... pregherei perchè "lei"potesse sentirla.
    Meriteresti un suo sorriso.
    Joh

    ReplyDelete
  2. Oggi sto gia' meglio
    Forse e' la stanchezza che mi impedisce di contenere certi pensieri.

    Ciao Joh

    Gio

    ReplyDelete
  3. Sono contenta che ti sei ripreso. Si fa fatica a vivere...lo capisco!
    Un bacio, guerriero! :)
    Buon fine settimana Gio, riposati! :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Notte e giorno si inseguono :-)

      A presto Silvi!

      Poi leggero' il tuo messaggio ... te lo prometto! Per ora l'ho solo intravisto.
      Ciao!

      Delete