Friday, 13 December 2013

Pensieri

Per un periodo lunghissimo, e travagliato, ho cercato nelle donne che incontravo un'aderenza parziale se non esatta ai miei ideali.

Erano rigide classificazioni capaci di districarsi in quella trincea che e' la vita di un sofferente.

E' stato il caso, o comunque nulla di addomesticabile, ad indicarmi un'alternativa radicale, immaginabile, certo, ma talmente poco credibile da essere scacciata dai miei disegni, tanto da dover finire, disarticolata e confusa, in un racconto.

Non sono piu' solo, e sono stati sufficienti pochi incontri, circoscritti ma non certo limitati dall'adempimento delle occupazioni usuali, a dissolvere la mia condizione, a mischiarne gli elementi per costruire qualcosa di diverso e anodino.

Il male di vivere nessuno puo' cancellarlo: resta li, equivalente della capacita' di osservazione, interiore quanto la ragione e' succuba delle sue scoperte piu' profonde ... e tuttavia la semplice idea, forse l'illusione di potersi voler bene, di potersi soccorrere almeno in quel piano sentimentale che di tanto in tanto sfugge alle meschinita' della vita, e' consolazione, e' decoro, e' riscatto.


L'evoluzione della malattia, i costringimenti cui mi devo momentaneamente piegare o abituare definitivamente, mai li ho ridotti del tutto a motivo di pianto, recriminazione, abbruttimento: sicuramente hanno avuto un peso nella deformazione della mia persona, che si e' avvicinata, indolente e sfiduciata, alla pena del corpo afflitto, ma oggi ne scopro virtu' nuove.

La docilita' di chi si e' dovuto adeguare alla violenza del pus e delle febbri, la tenacia di chi non si e' lasciato morire su un letto d'ospedale, sono ora le espressioni varie di un viso gentile, i modi cari di chi ama, semplicemente, senza attese.

La vita allora mi appare una lunga preparazione per pochi istanti in cui possiamo essere noi stessi.

Sarebbe follia, dunque, non esserlo.

2 comments:

  1. Quanta sofferenza, ma tanta forza e coraggio, Gio!|
    Ti abbraccio, buon fine settimana.
    Baciotti, tanti! :-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie mille Silvi :-)

      A presto!

      Delete