Tuesday, 17 December 2013

Giulietto Chiesa

Giulietto Chiesa e' un giornalista 'scomodo'.

Non posso dire di conoscerlo profondamente, ma spesso ne ho trovato l'eloquio piacevole ed i discorsi onesti esensati, e mi sono rammaricato infinite volte di non poterne mettere alla prova la solidita' confrontandoli con conoscenze specifiche di cui difetto.



Di economia ed alta politica, temi sui quali spesso dibatte, io sono ignorante, e tuttavia devo essermi convinto, nell'intimo, che un personaggio simile possa essere inviso agli invisibili manovratori dei nostri destini, a chi pratica il depistaggio come professione, a chi occulta, agli esattori della stupidita' umana.

Forse a tutelare una persona di tale risma e' lo scarso seguito di cui gode, un pensatore libero ed indipendente, in un'epoca di corporazioni, fanatismi, esibizionisti.

Nel mio mondo onirico, Giulietto Chiesa e' stato assassinato gia' anni fa.

...

I miei sogni non sono semplicemente realistici nel momento in cui li vivo, ma estendono nei lunghissimi attimi ove veglia e sono si confondono le loro suggestioni, a volte perfino i ricordi.

Allora capita che fatichi, e soffra tremendamente: l'uomo che ho ucciso, il crimine che ho commissionato, il rifiuto che ho opposto ad una richiesta d'aiuto, appartengono a quale delle due realta' tra le quali oscillo?

E' Giulietto Chiesa, in qualche modo, ad illuminarmi.

Se leggendo su Wikipedia scopro che e' morto assassinato o viceversa che non e' morto, mi convinco di essere ancora parte del sogno, e mi tranquillizzo o dispero.

Stamattina, dopo aver ordinato ad un sicario di eliminare un figlio di puttana tra i peggiori, un rispettabilissimo ipocrita, un manipolatore impeccabile delle coscienze altrui, Giulietto Chiesa mi ha ricordato la mia  mediocrita'.

...

Ho smesso di pensare alle donne, e se le guardo e' per scostumata abitudine o basso desiderio.
E' cosi' adesso che ho un'amica: mi sembrano quasi tutte vuote, inconsistenti, superficiali.

Ecco perche' mi manchi piu' di prima.

2 comments:

  1. Vinicio l'ho sentito dal vivo questo autunno! Un altro amico che mi sarebbe piaciuto avere :D
    E comunque tieniti stretto l'amica, perché sono davvero tutti un po' vuoti inconsistenti e superficiali.
    Ciao. :)

    ReplyDelete
  2. E' verissimo, amica mia, e te ne accorgi di colpo, 'all'apparir del vero'.
    Solo che questo 'vero' non e' quello di Leopardi, ma il suo, il tuo :-)

    A prestissimo

    Gio

    ReplyDelete