Sunday, 8 December 2013

Appunti

Non ho ancora capito se nel Regno Unito ci sia piu' meritocrazia o se semplicemente la divisione tra classi sia piu' netta.

La mia impressione e' che non sia invalicabile, ma che stante, nell'attimo presente in cui si manifesta insomma, ogni differenza pesi oggettivamente piu' che altrove.

 Il rispetto formale, che qui non si puo' esprimere facendo uso di terza persona singolare, di seconda persona plurale, e che altrove scema proprio quando si ricorre al 'tu' che prepotentemente mette un segno di uguale tra due individui al di la di stato sociale, censo, titolo, in questa terra conservatrice ma non banalmente bigotta ottempera a leggi non gia' grammaticali: benche' ne sia beneficiato, e ne apprezzi un certo decoro, so esserle non meno arbitrarie.

Sono sfondati dal junk food quanto dall'abbondanza digitale a basso costo i corpi e le menti di chi non ha futuro ... e tuttavia mi viene da pensare che almeno una buona parte di costoro abbia deciso in sostanziale autonomia di abbandonarsi a queste squallide dipendenze del nostro secolo piuttosto che migrare da una condizione sociale ad un'altra.

Mi pare anche che i benefici di chi appartiene alle classi borghesi siano sicuri, meno soggetti alle intemperanze degli ultimi che non altrove, e invece che rallegrarmene individuo una sostanziale ipocrisia come nume tutelare della decenza del mio stile di vita.

Penso molto in questo periodo, ed e' troppo facile scoprire in te la dialettica ideale delle mie riflessioni.

Persino quando non vi partecipi direttamente sento di doverle chiamare 'nostre'.

No comments:

Post a Comment