Tuesday, 5 November 2013

Un sogno dolce

 Forse perche' viviamo entrambi nello UK, e per di piu' tutti e due nelle immediate prossimita' del mare, devo essermi convinto inconsciamente che io e te siamo vicini

Ormai ne sono consapevole, sai?

Nel sogno di stanotte, non ti sorprendera' sentirmelo dire, eravamo vicini di casa. 


Allora come capita a volte a persone che vivono nello stesso quartiere, incontrarsi non e' inusuale, puo' capitare anche solo per caso, e non necessariamente come da programma, in concomitanza con feste comandate rigidamente stabilite dal calendario.

In un giorno qualsiasi, guardando fuori dalla finestra del salotto, ti vedo camminare per strada. 

Faccio allora un cenno con la mano per salutarti, e picchio con le nocche sugli specchi delle finestre, ed in qualche modo infine catturo la tua attenzione.

Tu rispondi con ampi gesti. 

Siamo due tipi buffi ed oscuri, noi, a dispetto di quel che l'anagrafe dovrebbe imporre, specialmente a due esuli.

Ma quale serieta'?
Ma quale ipocrisia?
Ma quale paura?

E' imprevedibile ogni incontro, con te.

Oggi siamo allegri. 

Mi pare infatti che si sia per l'ennesima volta iniziato uno di quei gioiosi intrattenimenti ove si insiste su un canovaccio per vedere 'chi vince': io ti saluto, tu rispondi, ed io ancora mi sento allegramente parte di un gioco ... 

Finalmente, credo tra me e me, desisti - e dunque ho vinto io, bella mia! 


Hai chiaramente rinunciato, ed infatti ora stai armeggiando con il tuo telefonino - sono un fuoriclasse in questo genere di attivita' perche' prima o poi la serieta' altrui interviene ed io ne approditto per prendermi l'alloro del vincitore! 

Mi arriva un messaggio - tuo - che chiarisce il tutto. 

'Gio, imbecillone, ma che fai? Ti sta andando a fuoco la casa!' 


Senza neppure pensarci, d'istinto, mi giro preoccupato.
Non ci sono fiamme. 
Per un attimo solo sono confuso, poi con il cuore in gola torno a guardarti ... e indovina? 

Mi stai salutando, e sorridi serena, rilassata, solare. 

Hai vinto tu. 

Questa volta ...

 ...

Sono dolci, i miei sogni, perche' spesso lo sono anch'io.
Com'e' disdicevole, come non si addice ad un uomo adulto, la dolcezza, vero?

2 comments:

  1. Dolci sogni, Gio!
    Buona notte! :)

    ReplyDelete
  2. Qui siamo gia' sottozero la notte Sara!! Che freddo!

    ReplyDelete