Saturday, 10 August 2013

Pensieri mordaci

 Rifiuto di delegare le possibilita' dell'esistenza ai libri.

Io voglio vivere: l'amore impossibile, la compassione piu' struggente, l'autentica amicizia, l'innocenza, il culto di quel mistero che e' la bellezza ...


Oscillo, incapace di sostenere il peso, o forse troppo mediocre per contenerne la grandezza, tra questi demoni: cosi' se oggi non conosco neppure l'ombra dell'amore,  e un'apatia strana, a tratti odiosa mi tiene lontano dalla partecipazione al dolore altrui, e' alla bellezza, alla composizione di centomila icone che affido il compito di tenermi vigile, vitale, palpitante.

Potresti trovare perfino serenita' nello sguardo compiaciuto di quest'uomo, che di fronte ad una bella donna s'inebria, superando ostacoli evidenti, perfino meschini.

Gia' ... perche' il paradosso e' che la mia vita e' ancora ogni giorno piena di dolore, e non solo fisico.

Potrei convincere facilmente chinque di questo.


E tuttavia ... perfino nei momenti piu' difficili ... io non so perche', non credo davvero si possa spiegare la ragione ... ma 'sento' una sorta di attivita' panteistica, una stranissima consapevolezza.

Mi impone di vivere, addirittura arriva a suggerirmi, violando ogni ragionevolezza, di essere privilegiato, di avere la fortuna di doversi affidare ai grandi demoni per non appassire miseramente.

Cosi', cercando e trovando appiglio, io esulo tra poli lontani, e quasi non m'accorgo d'essere il nulla.

5 comments:

  1. " ... Cosi', cercando e trovando appiglio, io esulo tra poli lontani, e quasi non m'accorgo d'essere il nulla".
    Deliziosa. Il senso (o il non senso) della vita.

    ReplyDelete
  2. Ciao Gianni :-)
    Grazie delle tue parole.

    Gio

    ReplyDelete
  3. Oscillo, incapace di sostenere il peso, o forse troppo mediocre per contenerne la grandezza, tra questi demoni: cosi' se oggi non conosco neppure l'ombra dell'amore, e un'apatia strana, a tratti odiosa mi tiene lontano dalla partecipazione al dolore altrui, e' alla bellezza, alla composizione di centomila icone che affido il compito di tenermi vigile, vitale, palpitante.

    Potresti trovare perfino serenita' nello sguardo compiaciuto di quest'uomo, che di fronte ad una bella donna s'inebria, superando ostacoli evidenti, perfino meschini.

    Gia' ... perche' il paradosso e' che la mia vita e' ancora ogni giorno piena di dolore, e non solo fisico.
    STUPENDE QUESTE FRASI! :)))
    Posso copiare e metterle nel mio ultimo post ( modificherò qualche parola! Posso?
    ...certi amori ritornano eh?
    Tutto bene , Gio? Se sostieni TU di essere il nulla...e io?.. :(( mi viene pure la depressione!
    SEI MERAVIGLIOSO GIO', sai bene che sono sincera
    Bacio

    ReplyDelete
  4. Certo che puoi, Sara!

    Per quanto riguarda l'INR: il Sintrom e' piu' potente, ma meno stabile - cosi' almeno mi dicono.

    E per quanto riguarda gli esami ... niente puntura in vena, ma sul dito: indolore, non facilissimo (specie se non ci vedi bene ... ogni tanto devo farlo due volte) ma in definitiva molto comodo.

    Comunico poi il valore al mio babbo, e lui mi indica la terapia da seguire :-)

    Solo in casi rari contattiamo il centro TAO - e quando in Italia vado al centro TAO per fare un controllo con prelievo in vena.

    A presto Sara!

    Gio

    ReplyDelete
  5. Grazie! :-)
    T.V.B
    baciotto

    ReplyDelete