Sunday, 18 August 2013

Cosi' ...


Cosi' cala la notte, sulla mia citta'.

Oggi e' freddo, e un male che oscilla tra cranio e stomaco mi tiene in casa, ed i brividi, ed i giramenti, mi ricordano la fragilita' di questo corpo che e' il mio ospite.

Allora, incapace di dedicarmi alle solite occupazioni, il passeggio della Domenica, una gita al parco, una colazione in un dei tanti bar del centro, con la memoria torno a godere della bellezza vissuta ieri, frutto di incontri fortuiti, preziosa perche' imprevedibile, disinteressata, fuggente.

Oggi, asciugata la veste bianchissima, l'immagino adesso quasi trasparente, zuppa di pioggia ed aderentissima, tornera' in bicicletta la dea norrena che ieri mi ha letteralmente pietrificato.

E' arrivata sulle ali del vento.
Legata la bicicletta, ha indugiato un poco tra i banchi della frutta e l'ingresso di un paio di negozi, poi, chissa' perche', ha preso per il fondo della via.

Era in ritardo l'autobus, e dalla vettura ho fatto in tempo a vederla tornare sui suoi passi.

...

Davanti al negozio della mamma, che ogni tanto usciva a controllarle premurosa e divertita, erano due bambine, timidine e ridenti.

Il giubilo della citta' deve averle contagiate: forse hanno visto in centro i tanti saltimbanchi, tanti musicisti di strada ... e cosi' e' venuto loro il desiderio di un gioco nuovo, di una piccola avventura.

Ed eccole, davanti alla vetrina, cantare, cantare, cantare.

E' deserta, la via,  ma loro cantano lo stesso.

Sono perfino intonate, non l'avrei detto.

C'e' un barattolino di plastica, li davanti.

Allungo una moneta d'oro.
D'oro come i loro sorrisi.

8 comments:

  1. Hai sempre descritto perfettamente le tue emozioni. Ma adesso c'è una poesia così leggera ed ispirata nelle tue parole che sembrano quelle di un illuminato. Purezza, bellezza, semplicità.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ognuno avrebbe dovuto vedere queste creature: le due piccine, titubanti ed emozionate, e la giovane ragazza che con scrupolo osservava delle susine.

      A presto caro Gianni!

      Delete
  2. Due bellissime immagini, descritte on grazia ed eleganza daltronde tu sei un poeta!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazia di cuore Marisa :-)

      Delete
  3. Che frasi splendide Gio...:-) si saranno nei ricordi del cuore e di quelli di sempre.
    Sei una bella persona. T.V.B
    Bacio :-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Troppo buona Sara :D

      Un caro saluto a te!

      Delete
  4. Mi perdoni l'OT: pochi minuti fa ho cancellato Controblog, quel blog di cui li sa.
    Non mi è riuscito di "metterlo in sicurezza", quindi per Blogger l'indirizzo di Xtc ritengo sia ancora fruibile, purtroppo.
    Se vuole lo comunichi a coloro che qualche giorno fa si sono strappate le vesti gridando al furto osceno. Grazie e scusi il disturbo.

    ReplyDelete