Wednesday, 26 June 2013

Un culetto dolce

Non ci si accorge subito di un culetto dolce, tondo, che se ne sta timido in disparte.

Sono altre espressioni della femminilita', che sciagura, a catturare per prime la nostra attenzione: pantaloni attillati su carni sode e provocanti, acconciature che ben si prestano ad immagini d'erotismo, seni ben in mostra, smorfie sbarazzine e gongolanti di volutta' ...

Invece i suoi occhialini, i capelli tenuti severamente a bada da una pettinatura un po' fuori moda, ed ancora i capi d'abbigliamento che non accennano a scollature o spaccature suggeriscono di ignorare, di non cercare neppure, di guardare oltre.

Che gioia allora, al congedo, dopo i consigli di rito, somministrate le raccomandazioni necessarie, trovare proprio li sotto un culetto dolce, dolcissimo.

Che stupore scoprire nel viso lentigginoso un candore nuovo, perche' adesso sai che la gentilezza dei lineamenti, l'espressione di studentessa seria e preparata, la premura, la stanchezza e l'ansia per gli esami, convivono, chissa' con quale imbarazzo assieme a tale chiarissima dichiarazione di amore, tenerezza, passione.

Che fame ho di quel culetto dolce.
Non saro' mai sazio del budino morbido e vellutato che e' la sua pelle, e li ritroverai i miei pensieri.


Vivan le donne!

No comments:

Post a Comment