Friday, 31 May 2013

Vorrei


Vorrei il tuo talento, e riuscirti cosi' a chiamare

'amore mio'.

Vorrei poggiare le labbra alle tue, e non lasciarti sola se non quando,
scontrosa, malinconica e bellissima, preda di un demone piu' grande di noi due
devi davvero fuggire lontana.

Allora sara' insopportabile non poterti consolare, non riuscire nell'inganno.

Ma che gioia il silenzio dei tuoi ritorni, e perfino il cruccio di quest'umanita' complicata, che calore, se piu' calore sa donare e conoscere.

5 comments:

  1. Dolcissimo...come sempre!
    Buon fine settimana, Gio.
    Un bacio! :)

    ReplyDelete
  2. Lavoro lavoro lavoro!

    Ma spero di riuscire a camminare un po' almeno domani.

    Ciao Sara :)

    ReplyDelete
  3. Si può quasi provare invidia per un'idea, certe volte...

    Torno a smaterializzarmi nella Nebbia.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sono talmente stanco che non riesco nemmeno a rispondere.
      Ma lo faro' domani!

      A presto

      Gio

      Delete
    2. Le idee sono realta'.
      Esistono, ed esistono per essere recepite, non sminuite o dimenticate.
      Ogni volta che un'idea e' percepita, inizia il processo di trasformazione in atto.

      Ciao :-)

      Gio

      Delete