Tuesday, 16 April 2013

Insubodinazione

Insubordinazione.

E' tutto in questa parola, che non e' affatto equivalente a ribellione, rivolta, protesta.

L'insubordinazione e' un reato militare.

Solo un soldato puo' macchiarsi di questo capo d'imputazione che i pezzi grossi dello stato maggiore chiamano delitto.

L'aderenza incondizionata agli ordini non smosse Von Paulus dalla sua folle cittadella fortificata, dove il Terzo Reich conobbe il gelo che l'avrebbe annientato.

Dopotutto e' bene che sia un reato, l'insubordinazione.

Perche' smettendo la divisa non si abbandona l'indole marziale, ne' si dimenticano le tecniche di combattimento, ne' si consegnano armi e munizioni.

5 comments:

  1. L'insubordinazione, alla fine, è alla base anche di quel bel libro che è "cuore di tenebra" e del meraviglioso film che ne è stato tratto, no?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Verissimo. Cuore di tenebre e AN dopo sono la sintesi dell'insubordinazione. Io nacqui insubordinata.
      FG

      Delete
    2. Mi avete incuriosito a questo punto. Io, comunque, non ho lasciato il manuale dell'arte della guerra in gendarmeria.

      Cheeers

      Delete
  2. Ma io a proposito di ordini e terzo reich non posso che ripensare alla "banalità del male" il libro in assoluto che mi ha dato una svegliata in proposito!

    SalutiSSimi!

    ReplyDelete
  3. Amica mia, io scovero' Atlantide pur di parlare con te :-)

    Gio

    ReplyDelete