Sunday, 17 March 2013

Sono un amabile figlio di puttana


Il cuore mi batte forte, fortissimo.

E' stata una fatica immane, una pazzia: ma e' fatta, ed ora mi gusto il pizzicore inebriante dell'attesa, mi crogilo all'idea del certo successo.


Quando si concretizzera' il mio piano?

Se non stasera, domani al piu' tardi.

Con un po' di fortuna potrei assistere alla scena, ed allora per essere insospettabile dovrei essere impassibile, e non fermarmi a osservare le manovre, la fretta, la divisione dei compiti in una scaletta improvvisata e unta d'ansia.

Non capita tutti i giorni una fortuna simile, ed allora il terrore di perdere tale occasione puo' giocare brutti tiri.

Nel mio disegno, la cosa coinvolgera' piu' d'uno.

Dato l'odio profondissimo che nutro nei confronti degli individui felici ed innamorati, l'ideale sarebbe una coppietta.

Lui e lei, tenuti assieme nelle frenetiche ore del lunedi da un groviglio di onde elettromagnetiche ed dal mio genio, si troveranno allora li, per strada.

Marionette in mio potere ... datevi da fare!

'I am looking for a new flat :-)'

Cosi' e' scritto sul post it che ho appicciato allo schermo.

Un televisore, enorme, giu' in strada attende un nuovo padrone.

Domani mattina qualcuno se ne accorgera', e sara' un grande incomodo predisporre il trasporto, di li a casa, e poi sulle scale.

'Ma ne vale la pena, guarda com'e' bello!'

Si, e' bello.
Peccato che non funzioni.

Non sapevo come disfarmene, poi ho pensato che a questo mondo ci sono tanti imbecilli, e sarebbe un peccato non approfittarne.

That's all, folks.

2 comments:

  1. Non ci credo Gio! :-)

    ReplyDelete
  2. Hihihiih :D

    Come dice l'etichetta, e' un racconto, un'invenzione della mia fantasia.
    Tuttaiva c'e' un fondo di verita': mi e' balenata in mente vedendo una coppietta portarsi via un vecchio e pesantissimo rottare a tubo catodico :D

    Ciao Sara!

    ReplyDelete