Wednesday, 27 March 2013

La forma perfetta del culo

Stamattina mi sono svegliato con in mente null'altro che la forma perfetta del culo.


Gli ultimi giorni sembrano avermi distratto dal vero e unico senso della mia vita, la venerazione delle donne, ma al tempo stesso, ed in modo forse determinante, l'hanno scolpita, modellata, adattata alle esigenze recenti,alle cogitazioni invisibili suggerite dall'incubo, a quelle cocenti della veglia.
Ho capito, ad esempio, che non posso attendermi quasi nulla dalla quasi totalita' delle donne, e che tuttavia queste, anche le sciocche, le superficiali, le mendiche, le altere, sanno lo stesso offrirmi degli spunti, delle emozioni che io lascero' alla cura esclusiva dell'anima mia, e ne seguiro' lo sviluppo lento con la gioia che mi spinge oggi a scrollare la neve dai rami piegati, e scoprire le prime gemme gelate.

Ne faro' dono a te, a te che sei una.

La mia passione e' tale per cui non e' necessario un conguaglio perche' questa s'impossessi dei pensieri, della capacita' stessa di vedere, ed architettare, e costruisca le mirabili opere d'immaginazione e speranza che fino ad ora hanno abbellito e immiserito l'esistenza.

Oggi ti vorrei dire della forma perfetta del culo.

Ti dico della forma perfetta del culo di una troietta che vedo scopata in un video porno, o di una sconosciuta che passeggia per strada, o della piu' squallida delle attricette, o di una ragazza presa in affitto.

Prendo da ogni parte anche la minima testimonianza, e poi lascio che le diverse componenti, come in un'espressione matematica che di rigo in rigo si semplifica, fino ad esibire la piu' scontata tra le uguaglianze, convergano a te.

La forma del culo e' perfetta, e tuttavia qui non mi riferisco all'estetica in senso assoluto, ma al punto di vista privilgegiato dell'atto sessuale, della penetrazione avida della tua carne.

La rotondita', allora, che mentre spingo come un forsennato da dietro si offre ai miei occhi, esprime l'illusione che io ti stia davvero riempendo tutta.

Il gonfiore delle natiche, dalla superficie curva come quella di un palloncino gonfiato che guadagna, sotto l'azione della pressione, una forma se non sferica comunque tonda, simmetrica, morbida, esalta oltre l'immaginabile la mia virilita'.

Cosi', assecondato da un impeto di altre sensazioni, il tuo ansimare in bilico tra godimento e dolore, o i gemiti che attendono e stimolano l'orgasmo, le poche parole frastornate dalla passione, io vedo la forma perfetta del culo.

La vedo in una donna di cui non so il nome, e che non rivedro' mai piu'.

E penso solamente che mi ha istruito, e che se ancora oggi vomito cenere, e per un attimo non voglio pensare all'amore, non tutto, o forse quasi nulla, di questi giorni amarissimi e' da gettar via.

4 comments:

  1. Il culo e' differente da un culo
    FG

    ReplyDelete
    Replies
    1. Hai ragione.
      Lo so fin troppo bene.

      Ciao!

      Delete
  2. E' il lato positivo 2! :-)
    "Notte Gio!
    Ps tutto bene? non mi piace pensare che sei al freddo! Torni in italia a pasqua?

    ReplyDelete
  3. Nevica ogni giorno Sara ...

    Disastroso, il marzo piu' freddo da 50 anni!

    No, non torno in Italia.

    Speriamo nel bel tempo, mi piacerebbe girare un poco!

    Ciao!

    Gio

    ReplyDelete