Sunday, 3 March 2013

La bellezza


La bellezza e' una bimba paffutella e curiosa che, tenendosi con la manina alla gonna della mamma, cammina scalza e quasi s'avventura sull'erba umida del primo giorno di primavera.

La bellezza e' un piccolo vandalo che, liberatosi dalla stretta di una mano, corre come un matto, salta, cade, si rialza, e infine dilaga nella piu' guarnita aiuola del parco, e come un pazzo meticoloso strappa i piu' bei fiorellini, e poi li presenta alla nonna, che da lontano arriva veloce quanto puo', ed implora che smetta, che sono 'enough'.

La bellezza e' un vecchio smunto, curvo e bianchissimo, che sarchia con cura un giardino, e chino semina e attende, e sa pensare ad un futuro che non sara' suo, eppure deve mantenere intatta la promessa della primavera.

La bellezza e' il tremore di un cuore lontano, se si scalda all'eco di fragili pensieri.

5 comments:

  1. Replies
    1. Esatto :-)
      Sapevo che, leggendo queste parole, avresti capito.
      Come in un altra pagina di qualche mese addietro d'altra parte!

      Gio

      Delete
    2. è che a volte credo che tu lo faccia anche un po' per me, guardi quel lato di te dove sai che mi sono accoccolata comoda a guardarti !

      Delete
  2. Se questo e' il potere della scrittura, sono realizzato :-)

    ReplyDelete