Saturday, 9 February 2013

E se ...

E se mi fossi ingannato fino ad ora?

Dopotutto mi sono basato su impressioni piu' che su dati di fatto.

Mi ha illuminato un dubbio: ho cercato di contraddire verita' inoppugnabili, pure evidenti?

Si?

Oddio ... forse e' proprio cosi'!

Forse dovrei credere semplicemente alle loro parole, che rimandano indietro confusamente le lusinghe, o non sembrano cogliere riferimenti, o elaborano banalita' sconcertanti.

Dovrei credere alle loro ammissioni, non alle mie impressioni, che proietanno in alto, oltre il visibile, ogni cosa vi associ.

Se per un istante accolgo un'ipotesi diversa, se la metto a base delle mie osservazioni, tutto e' chetamente sensato.

La lotta, la frustrazione, il peso del rifiuto o dell'indifferenza, escono ridimensionati.

Si calma tutto, ed allora diventano meno amare alcune decisioni future.

Le donne sono mediocri, superficiali, vuote, insensibili, aride, stupide ne' piu' ne meno degli uomini.

Quelle che amo, per come le ho idealizzate, sono ben poche.
Penso di conoscerne alcune, credo di non averne mai frequentata nessuna.

Delle altre io voglio il corpo, di alcune bramo la sottomissione.
Desidero incarnare la figure del maschio ai loro occhi.

Non mi danno nulla, e cosi' facendo dimostrano di non individuare in me alcuna mascolinita'.

Questa allora e' disgiunta da virtu' che, se pure non ho, probabilmente, quasi certamente lascio intendere di avere.

Parlo del coraggio, della capacita' di sopportare il dolore, dell'intelligenza.

Di cio' le donne che ho incontrato non sanno che farsene, se non confezione eleganti per splendide ipocrisie, amicizie profonde quanto un bicchiere mezzo vuoto, imbottiture di stracci.

Per loro il maschio e' un torace ampio, una perfetta postura, la strafottenza, la crudelta'.

Ma che cazzo, allora le donne sono delle autentiche nullita', e non posso che disprezzarle intimamente.

Stasera vi riesco perfettamente.

...

Qui abbiamo un conflitto teorico.

Abbiamo due insiemi di ipotesi, le donne sono stupide, io sono deforme, che giustificano egualmente le osservazioni sperimentali, e che inoltre potrebbero coabitare in un sistema logico.

Siamo dunque in una situazione di stallo, e un altro al mio posto invocherebbe il rasoio di Occam.

Io, ora, semplicemente mando un po' tutte queste donnette a farsi fottere.

Qualcuno troveranno di certo.

Vadano a farsi fottere, affoghino nella mediocrita' che e' tanto simile a loro e cosi' tenacamente cercano, accettino il nome di puttanelle e mi lascino in pace una volta per tutte.

Di mio, mi impongo di non sbandare piu', di non sognare ad occhi aparti davanti ad un viso qualsiasi, di non annusare prima di aver morso, di non costruire prima di aver toccato.

Ok, adesso e' davvero il caso di invocare Occam.

Io non voglio essere cattivo.

Mi basta che vi leviate per sempre dai coglioni, voi ed i vostri ometti, e tenetevi strette le mille ipocrisie che ho la fortuna di non dover condividere.

Io non sono fatto per queste cazzate.

Il mio male merita di piu', e dopotutto l'ho sempre saputo.

Sono stato per anni ipocritamente generoso, e l'inganno era nella speranza che altrettanto ipocritamente una, due ... in tante me l'avrebbero data.


Io ascoltavo, davo consigli, incoraggiavo, e speravo che prima o poi avrebbero capito che l'unico modo per ricompensarmi non era ascoltando, consigliando, incoraggiando, che' io non ne ho bisogno, ma facendomi scopare, ma queste forse sono talmente stupide che non se ne sono mai rese conto.

Insomma, non e' andata cosi', e forse e' pure stato meglio.

Una deficiente al mio fianco, trasformando la pratica del baratto in stipendio da posto fisso, avrebbe finito per mettere le briglia alla splendida follia che mi anima, che e' la mia vita.

Sai che ti dico?

Game Over, baby!

2 comments:

  1. La verità è un orgasmo.
    Piacere e liberazione.
    Le cose si possono raccontare in mille modi.
    Ma le parole semplici diventano uniche ed inclonabili.
    Si tengano pure ... "il torace ampio, la perfetta postura, la strafottenza, la crudelta'".
    Grande grande grande Gio.

    ReplyDelete
  2. Proprio cosi'.
    Racimoliamo quanto possibile, Gianni!

    A prestissimo

    Gio

    ReplyDelete