Tuesday, 15 January 2013

Un mascalzone per vicino di casa

Che razza di mascalzone, questo mio vicino di casa.

Si arrampica sulla tendina, che certamente sara' presto in brandelli, e poi su quel ballatoio sottile cammina, fa le fusa, si struscia contro il vetro.



Devi vedere come e' buffo quando, scalciando con le zampette posteriori, penzolando, rischiando di perdere la presa sulla stoffa o di lacerare il tessuto, guadagna la sua terrazza, il suo mezzanino esclusivissimo di ### Street.

E' istrionico quello li, credi a me, e infatti se ne sta tutto il giorno in palcoscenico, e poi quando passo, la mattina come la sera, resta li a guardarmi, compiaciuto, contento d'essere bellissimo.

Stasera ho fatto in tempo a tirar fuori il marchingegno ed a fotografarlo.

Adesso guardo lo schermo del mio portatile, e mi sembra siano stupidi succedanei le fotografie, a meno che non siano fatte con la tua Reflex, a meno che dietro l'apparecchio non ci sia la testolina che mi e' tanto cara, amica mia,

Beh insomma, come dirtelo?

Stasera avrei voluto tanto che tu fossi stata li con noi due.

No comments:

Post a Comment