Friday, 14 December 2012

Le tue tette

 Un complimento rivolto al mio aspetto io non l'ho mai sentito, ma in verita' credo che non mi farebbe ne' caldo ne' freddo.

Penso che, pur con alcune eccezioni, qualche omosessuale e molti insicuri cronici, e poi i vanesii e i narcisisti, gli uomini in generale non si curino davvero dell'esteriorita' propria, ben sapendo che questa non potra' mai avvicinarsi neppure vagamente a quella della donna, e pur non ignorando che con l'inganno si seduce, certamente non s'illudono che possa essere il piu' sciocco dei tranelli a far cadere in trappola la donna che amano o cui tendono.

Ma cosa significa per te un complimento?
Ti lusinga o ti insulta un'attenzione perfino triviale, ma sincera?

Sono tornato a guardarti, e cercando di te ogni espressione ti ho ritrovata sbarazzina, provocante, eterea, ispirata, sbadata, giocosa, sensuale, tentatrice e curiosa.

Le tue tette esigono rispetto, e rispetto meritano, lo sai?

Oh, come sono rigogliose ed orgogliose di se' stesse!

Quelle tue due poppe sono altere, superbe, irridenti e tanto, tanto benefattrici per l'immaginario umano!

Sono un gentiluomo, e non mi metto certo a scrutarti come tu fossi un manichino.

D'altra parte se insisto ad osservarle o anche solo a pensarci, corro davvero il rischio di perdere la testa, e mi viene gia' una voglia matta di giocare con te e con loro, e ti chiamerei scherzosamente 'colombella' o 'dolcezza', e userei tutti i luoghi comuni sciocchi di questo mondo pur di farti ridere, pur di vederle respirare e danzare, e mi dannerei l'anima pur di convincerti a sbottonare la camicetta e ...

Lo so, lo so: di bei seni e' pieno il mondo, pullula la rete, ma aspetta prima di non credere ai miei complimenti nemmeno questa volta!

Li, sotto la maglietta, non sfiorate o strette da pizzi o striscioline di seta, sballonzonando libere e beate, premono il tessuto con l'aderenza che vorrebbero esperire i miei baci, e suggeriscono con una piega appena percettibile la loro forma perfetta, completa di coppa, e la mano desidererebbe sfiorare, stringere dolcemente, massaggiare.

L'immagine suggerisce di una vitalita' turgida come il bocciolo di un fiore nascente, soda come lo e' solo la gioventu', ed irresistibile.

Mi hanno consigliato tutti quanti di non fare complimenti alle donne.

Non conviene.

Se te le vuoi scopare, o far innamorare, dovresti essere meno esplicito, non dichiararti al primo istante sedotto, in balia di un sorriso o un capezzolo allegro.

Non importa.

La tua lontananza mi ha gia' rassicurato dell'inutilita' di un approccio.

Allora ascoltami e basta, e non preoccuparti di nulla.


Sei un gioiellino, e le gemelline mi lasciano senza fiato :D

Le tue tette sono un inno alla vita, e la cosa piu' bella e' capire, riflettere attentamente sul fatto che sono tue, sono parte di te!

Se poi salgo, e trovo lo splendido viso, pensoso, nobile, dove non meraviglia lo sfuggire degli occhi ne' la fiamma dell'inquietudine, io mi innamoro ancora della vita, delle donne.

Io mi innamoro ancora una volta di te.

4 comments:

  1. Anch'io amo le tette più di tutto.
    Capaci di innescare una reazione nucleare e di dare un senso alla forma. Una tale bellezza rende inutile pensare al mistero dell'esistenza. La magia dell'armonia. Che spettacolo le donne.

    ReplyDelete
  2. "Una tale bellezza rende inutile pensare al mistero dell'esistenza."

    Hai detto benissimo.

    Che spettacolo le donne!!

    ReplyDelete
  3. ecco una buona dose di autostima :)
    ne avevo bisogno stasera!
    Grazie ragazzi!
    Buon fine settimana Gio! :)))

    ReplyDelete