Wednesday, 14 November 2012

Progetti

Tra i progetti spero mai andati in porto, rimasti sussulti dello spirito, schiuma irosa colata da labbra mordicchiate a mandibole irrigidite da non so quale frustrazione, quello di convincerla a lasciarsi fottere, e poi, una volta che e' li gia' nuda e desiderosa, quando i preliminari hanno gia' svolto la loro funzione di liquefazione, senza che nulla lo lasci presagire insultarla pesantemente, quindi chiudere la zip dei pantaloni ed andarsene, lasciandola li, a seconda della sua attitudine, a piangere, a interrogarsi o a maledirsi.


Inutile dirti che questo progetto crudele non e' mio, ma ti posso assicurare che mi e' stato illustrato nei dettagli in piu' di una circostanza.

Io ascoltavo solamente, cercando di capire come si possa giungere ad odiare tanto le donne, se pure io che ne sono stato sempre rifiutato, e con ragioni che prolungheranno all'interezza della mia vita l'aridita' passata, non ho mai avuto perversioni simili, ma anzi ho finito per amarne invece che una, mille.

Lui ne aveva avute parecchie di donne, ed il periodo di magra era solo di pochi mesi, ma cio' apparentemente era sufficiente: voleva farla sentire una cretina.

Della fica che tanto, troppo gelosamente lei, una qualunque suppongo, conservava, amministrava e custodiva,  voleva servirsi proprio come tramite e picco di intimita': offendendo, rifiutando con disprezzo quel corpicino meraviglioso, era cosi' convinto che avrebbe oltraggiato lei, loro tutte, nel profondo.

Non mi credi?

Ti do ulteriori dimostrazioni di questo carattere umano.

Ci sono deficienti, a centinaia, che, quando lasciati o traditi dalla propria donna, pubblicano su internet le prodezze erotiche praticate in compagnia delle ex, tradendo quel segreto buffo, quel gioco che non mi permetto di giudicare, io che ne farei di cotte e di crude, e che era 'il loro'.

Ecco, vedi come va il mondo?

Non c'e' prezzo da pagare per questi eroi: non c'e' dolore alcuno e questo perche' sono impermeabili all'emozioni degli altri, non conoscono l'empatia, ma solo se' stessi.

Anzi, di se' stessi hanno familiarita' solo con gli istinti piu' viscidi, con il granito della mente calcolatrice e la mollezza putrida e decadente degli intestini.

Secondo me voleva insegnarmi una lezione.

Anzi, voleva insegnarmi una condotta forse da imitare: odiale, sii bastardo, scostante, immaturo.

Io non posso e non voglio.

La mia caduta sara', se mai sara', molto piu' sottile e comunque se mai arrivero' ad essere crudele non smettero' d'essere onesto, tanto piu' che spesso la realta' non ha bisogno di artifici per far male, ma solo di una chiave di lettura differente, come potrebbe essere la mia.

Ma per ora questi sono solo incubi, costruzioni di attimi di debolezza o dolore.

Ancora in questo istante mi pare d'essere l'unico sano di mente, l'unico a cogliere la superiorita' della donna nell'incontro, e che il suo d'amore o di sesso sia davvero un dono, sempre o quasi, finche' non si intromettono il contante o la convenienza in una delle sue forme alternative.

No comments:

Post a Comment