Monday, 12 November 2012

L'indecenza del mattino

Sprofondo nel sogno esattamente come nelle trapunte, nelle quali mi arrotolo, scavicchio, attorciglio gambe e braccia
alla ricerca di soluzioni sempre inesatte al dolore.

E' un contatto non mediato dall'aria calda il mio con la coperta: e' diretto, ed e' ricompensa alla solitudine forzata.

Cosi' al mattino non sorprendono i pensieri indecenti, dal momento che vi ho lavorato per tutta la notte.

Riapro gli occhi e sei di fronte a me, Francis.

Il sonno dilegua dal tuo viso carezzandoti dolcemente, e sei bellissima.
Sei una creaturina delicata e inerme, non ancora difesa  dalla corazza di un carattere perfino caparbio, a tratti bellicoso, ne' dall'intelligenza sottile, ne' dalla distanza che riusciamo a tenere di giorno, quando altro che non l'amore infinito ed ingenuo conviene perfino a noi due.

Ti bacio teneramente, sulla punta del nasino, sulla fronte bella, e mi faccio cosi' vicino che devi richiudere gli occhietti, ed il sorriso
mormora proteste buffe e moine.

Insisto, e le mani solleticano, s'allungano, esplorano quel corpo che e' diverso ogni giorno, e sempre capace di sorprendere, con un rifiuto,
un invito, un messaggio indecifrabile.

Stamattina sei esplicita: dopo poco ti metti a pancia in su', e spalanchi le gambe, e indichi li dove andare a toccarti.

E' gia' da un po' che sto precipitando, convergendo laggiu', e mentre con una mano mi carezzi, con l'altra cerchi qualcosa sul comodino ...

Ma che disdetta!

Abbiamo finito i preservativi.

'Damn it! We have no more condoms Gio!'.

Non c'e' problema amore mio: vuol dire che ti bacero' tutta, con la cura che la pressione della penetrazione prima o poi scipperebbe alle mie attenzioni.

E quando staro' per uscire, destinazione l'ufficio, trovero' un bigliettino sulla porta, un post-it volante che hai lasciato prima di precipitarti giu' dalle scale, uno di quei tuoi appunti che prendo e nascondo nel nostro forziere:

'Don't forget the condoms ... and see you tonight :P'

Ti amo creaturina sensuale e inesistente.

4 comments:


  1. E' meglio dormire soli sai? mia mamma ha sempre detto che sembro una "cavalla" quando dormo, sempre agitata, sempre in movimento, ma in verità io dormo pesantemente! :(( boh!... e poi con la nuova cpac...:(
    meno male che ho una "piazza e mezza" :)
    ps se avessi avuto un uomo l'avrei messo nel gazebo in gardino! la mia casetta è piccola e io sono solo mia! :))
    sono tornata e già rompono!
    bacio

    ReplyDelete
  2. Cara Sara nessuna donna desidera calzare questi che sono iiei sogni.
    Pazienza vorra' dire che diventero' il piu' fervido tra i sognatori.

    ReplyDelete
    Replies
    1. I sogni migliori si avverano quando meno te lo aspetti, mai perdere le speranze!

      Delete
    2. E comunque sognare e' bello :D

      Delete