Wednesday, 5 September 2012

Ancora?

Vogliono dire ancora qualcosa, le mie parole?

O le vilta' cui non sono riuscito a sottrarmi, le meschinita' alle quali ho, per debolezza, piegato la mia condotta, privano d'ogni  credibilita' e peso questi pensieri malinconici e dolci, questi versi struggenti e mormorati?


Di colpe, me ne riconosco diverse, e ognuna e' intimamente mia.

Insisto nel dissociarle dal male, dalla pesantezza di una solitudine che e' ipocrita, falso e ridicolo definire insostenibile.

I limiti di un'intelligenza qualunque mi opprimono, e l'opacita' di occhi spenti mi restituiscono una realta' parziale, viziata da pregiudizi ottusi.

Questo sono io.

Eppure, credimi, dentro questo contenitore sporco di sangue e sperma, in questa scatoletta per meta' arrugginita, piena d'ossa e cervella, in quest'anima quasi del tutto assopita, ancora vibrano, di tanto in tanto, dei sentimenti addirittura febbrili che hanno resistito alle insidie peggiori, quelle che non ho saputo arginare, e che anzi ho assecondato.

Quei sentimenti mi riconducono a te, alla tua fragilita', a quella complessita' che tu sei, e che non un giorno ti abbandonera'.

Dal remoto di un ritiro ormai definitivo, volgo alla tua presenza pensieri d'affetto non piu' indaffarati da strategie e calcoli.

Spero riusciranno a trovarti, e a sfiorarti premurosi e vezzosi.

5 comments:

  1. Le tue parole valgono sempre moltissimo Gio. Notte

    ReplyDelete
  2. Ti auguro un buon fine settimana...e anche qualcosa di più, più :-)
    bacio!
    Sara64

    ReplyDelete
  3. Eeeee allora buona notte!
    Ps tutto ok? :-)
    sara64

    ReplyDelete
    Replies
    1. Carissima Sara, sei davvero premurosa e gentile :-)

      Qui tutto bene, io torno domani!

      A prestissimo

      Delete