Saturday, 18 August 2012

'Sir, are you blind?'


Affamato, era gia' almeno un'ora che m'aggiravo per le vie del centro alla vana ricerca di un pub, di un ristorante, di un punto qualsiasi di ristoro che non fosse pieno come un uovo di turisti, mi sono ficcato forse perche' in deficit di zuccheri in una delle situazioni piu' ridicole della mia vita.

Non avendo fatto colazione, avendo saltato il pranzo, iniziavo, erano ormai le quattro del pomeriggio, ad avvertire dei leggeri giramenti, ed a sentire nella stanchezza accenni di spossatezza.

Giunto all'altezza del Lion's pub, un bel posticino dove sono gia' stato diverse volte, non ci ho pensato due volte ad infilarmici dentro, tanto piu' che da fuori sembrava deserto.

Con gioia mi sono accorto che era davvero vuoto, e sebbene quella strana sirena di sottofondo fosse alquanto fastidiosa, ero gia' convinto di aver finalmente trovato l'agognata sistemazione: mi sarei da li a poco spaparanzato su una delle belle panche, e sorseggiando un coca mi sarei rimpinzato a dovere.

Ero li al bancone, accanto al cartello che invita a 'Please wait to be seated', quando mi ha raggiunto una ragazza in uniforme.

Con un fare a meta' tra il gentile, lo stupito e il severo, mi ha chiesto:

'Sir, are you blind? Don't you see there's a fire?'.
'Signore, siete cieco? Non vedete che c'e' un incendio?'.

In effetti no, non l'avevo visto.

No comments:

Post a Comment