Wednesday, 18 July 2012

Riflessioni sullo UK


C'e' qualcosa della societa' britannica che non riesco ad accettare.
Non riesco a definire esattamente il contorno di questo ascesso, ma credo interessi concetti quali 'mobilita' sociale', 'equita'', 'assistenza'. 

C'e' qualcosa di barbaro in questa nazione, e anche se personalmente non ne soffro, ne vedo le unghiate ghermire 'gli ultimi', sfruttati o emarginati che siano.
Anche qui la ricchezza e' concentrata nelle mani di pochissimi. 
La differenza con l'Italia, forse, e' che qui quei 'pochissimi' frequentano Cambridge,  si formano all'Imperial College e perfezionano a Oxford piuttosto che alla Bocconi o allo Iulm, e che non bastano due belle gambe od un cognome importante per fare carriera politica.

No comments:

Post a Comment