Wednesday, 11 July 2012

Incubo e disdoro

 Io trovo semplicemente vergognoso questo articolo del Corriere della Sera.

Presentato come 'grande esclusiva', annuncia la decisione di Berlusconi a candidarsi per il ruolo di primo ministro alle prossime elezioni politiche.


A fatica, lo confesso, trattengo le dita dallo scrivere la sequela di insulti che questo personaggio si merita, ma focalizzarmi sul singolo ora sarebbe fuorviante, e seguire forse una rotta suggerita dalla sua stessa perversione.

Lascio ad altri il compito, graditissimo ma sterile, di elencare le mille buone ragioni per le quali e' bene che questo individuo sparisca dalla scena politica italiana al piu' presto e per sempre, e preferisco concentrarmi sulla marchetta che il Corriere ha reso al grande puttaniere.

Gia' nel pomeriggio tornero' a scrivere di me, di noi, ma ti prego, condividi con me lo stupore nel leggere queste parole, estratte come le trovi qui da quell'articolo.

 "Decisivi i sondaggi: con lui Pdl al 30%"

Questa e' una affermazione da comunicato stampa, non da quotidiano.
Quali sondaggi? Chi li ha condotti?
Come ci si puo' ridurre, caro Corriere, a cassa di risonanza di un mentitore seriale?
Come stona questo tappeto rosso per un relitto, con l'astio che altri articoli riservano a Grillo, a Sel, a Di Pietro!
 
"Il ruolo di padre nobile non scalda i suoi elettori che gli chiedono un impegno più diretto."

Idem come sopra: questa accorata richiesta, si citano anche centinaia di lettere di 'moderati' che invitano il 'cavaliere' a riprendere le redini, e' puro flatus vocis se non quantificata, certificata.

Non un cenno ai disastrosi recenti risultati elettorali, alla merda in cui questo traghettatore ha lasciato il paese pochi mesi fa.

"E infine c'è da mettere a punto un programma economico che «restituisca ottimismo a un Paese in preda a una crisi di sfiducia»."

Ma cosa deve fare ancora quest'uomo per dimostrare di essere un incapace?
Le sue scuse, i lamento circa i limiti del proprio potere, prese esattamente come le formula sono sufficienti a ridicolizzare ogni proponimento per il futuro.

Se ha fallito in passato, fosse anche per le ragioni che lui stesso ha suggerito,  come potrebbe riuscire in futuro?

Farlo notare, caro Corriere? Pareva brutto?

E poi insomma ... non un commento su questo dannatissimo 'ottimismo' che ci ha condotto al disastro.
Non pretendo un giudizio salace, sardonico, sprezzante, ma almeno un riferimento al recente passato.

12 comments:

  1. L'ho appena sentito al tg della 7... mi è risalito tutto il pranzo :-/

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma tu mangi troppo di fretta, Sarahptica bella <3

      Delete
  2. Hai pienamente ragione. Con poche parole hai riassunto l'esatto figuro che è stato e la schifosa sudditanza di certa stampa.
    Puntano forse sulla poca memoria dell'italiano medio e della sua stupida indolenza?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Secondo me anche alla sua ingenuita'. Questi dati sono FALSI, non posso credere altrimenti. Solo chi e' in COMA da 18 anni potrebbe ancora votare questo scippatore del buon senso!

      Delete
  3. Padre dell'arte nobile, questo volevano scrivere. In quella foto sembra Gene Hackman, manca solo il cappello e i basettoni.

    ReplyDelete
    Replies
    1. E non dimentichiamoci che ha 5 figli ...

      Delete
  4. Il problema non e' berlusconi che (e' risaputo) fa solo il suo interesse. Il problema sono quelli che gli daranno il voto essendo degli emeriti pezzenti. Gente che andrebbe una volta per tutte sterilizzata in quanto non autosufficiente dal punto di vista cerebrale.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Cara Klara,

      io sono devastato, innervosito, preoccupato. Ormai torno raramente in Italia, e non posso dire di conoscere il sentire comune di laggiu', ma se davvero si dara' ancora, democraticamente, del potere a questo squallido individuo, avremo la dimostrazione esatta di quel principio di 'suicidio democratico' che ha in fenomeni tremendi del passato illustri precedenti.

      A presto

      Gio

      Delete
    2. avremo la dimostrazione esatta di quel principio di 'suicidio democratico' che ha in fenomeni tremendi del passato illustri precedenti

      ... e la dimostrazione dell'esatto livello d'idiozia di un popolo.

      Delete
    3. Cara Klara,

      Quella sarebbe certamente la piu' cocente e incontrovertibile prova di un'idiozia che tuttavia, secondo me, non ha piu' bisogno di ulteriori dimostrazioni.

      Esiste, inutile negarlo: la speranza e' che la vergogna, non il buon senso inesistente, prevalga.

      Non chiedo a questi mentecatti di dare ascolto all'intelligenza, che non hanno, ma almeno di riconoscere i propri limiti lapalissiani.

      Come? Sterilizzandosi come dici tu, ovvero non andando a votare.

      Delete
  5. mio caro Gio, col danaro si compra tutto e tutti anche il moralista più integerrimo ha un prezzo, la forza di Berlusconi è proprio nei soldi che gli permettono di comperarsi la stampa, i politici e pure gli elettori.

    ReplyDelete
    Replies
    1. E' vero Marisa, ma ormai si è troppo compromesso. Non credo a quei numeri!

      Delete