Thursday, 5 July 2012

Farmaco o tossina?


So che e' una violenza perpetrata ai danni dell'opera, ma se non hai quelle tre ore circa per ascoltare le Nozze, vola giusto all 1:01:00 ...

Guarda come giocano, Susanna e la Contessa ...

SUSANNA:

Venite, inginocchiatevi; (prende Cherubino e se lo fa inginocchiare davanti poco discosto dalla Contessa che siede)
Restate fermo lì. (lo pettina da un lato, poi lo prende pel mento e lo volge a suo piacere)
Pian piano, or via, giratevi:
Bravo, va ben così. (Cherubino, mentre Susanna lo sta acconciando guarda la Contessa teneramente.)
La faccia ora volgetemi:
Olà, quegli occhi a me. (seguita ad acconciarlo ed a porgli la cuffia)
Drittissimo: guardatemi.
Madama qui non è.
Restate fermo, or via, giratevi, bravo!
Più alto quel colletto ... quel ciglio un po' più basso ... le mani sotto il petto ... vedremo poscia il passo quando sarete in pie'. (piano alla Contessa)
Mirate il bricconcello!
Mirate quanto è bello!
Che furba guardatura!
Che vezzo, che figura!
Se l'amano le femmine han certo il lor perché.


Ci sono ben poche cose che ho in comune con Mozart.
Le donne, tuttavia, le intendiamo nello stesso modo.

Sono Dee poiche' creano, dal nulla, ogni cosa, almeno nel cuore, nei pensieri di noi uomini.

Forse solo certe donne, forse solo certi uomini.

Sicuramente, tu, sicuramente io.

No comments:

Post a Comment