Thursday, 21 June 2012

La mia vita


La mia vita è un capolavoro.


 Ma non è un'allegra serenata notturna, ma piuttosto una danza macabra.
Non conosce dolce armonia, ma ha esplorato l'infinito che è contenuto nei sospiri, nei singhiozzi.

Stonerebbe, in questa esistenza, la felicità, e perfino sarebbe inopportuna la serenità.

Se cercassi di ottenere l'una o l'altra, andrei a corrompere ciò che di più aulico, nobile, unico sono.
Demolirei ciò che ho subito e poi creato.

Sono arrivato ad un parodosso odioso: sono incredibile.

I limiti del corpo, quelli che vi sono seguiti in termini di relazioni affettuose, non concordano con ciò che sono.

Clown adorabile, stoico, vano e vuoto, la tua fine è già stata.

2 comments:

  1. "La tua fine è già stata"...
    è meraviglioso!

    ReplyDelete
  2. Non è che il completamento di un pensiero che tu mi hai suggerito.
    A presto, amica mia.

    Gio

    ReplyDelete