Sunday, 24 June 2012

La mai giovinezza

La mai giovinezza ...

Questo luogo è morto da tempo, te ne sei accorta anche tu, lo so bene.



Vi ritrovi solo cambiamenti non sostanziali, alterazioni impercettibili a scala macroscopica, che tuttavia riescono a disorientare, sono sufficienti a smarrire, e così resto io stesso confuso leggendo i miei ricordi, rivivendo i miei sogni, proprio come un tuareg nel deserto libico tentenna, in assenza di altri punti di riferimento, di fronte a nuove dune, modellate dall'incessante violenza del Ghilbi, che soffiando su di una materia inerte muta senza rinnovare, aggiungendo disordine a disordine.

Oltre il deserto, i suoi misteri inafferrabili, il suo inquietante fascino di morte e imprenetrabilità, il mondo è sublime e diverso.

No comments:

Post a Comment