Wednesday, 27 June 2012

Cose che capitano

Stavo leggendo un articolo, in un momento di semi rilassatezza postprandiale, in attesa di un collega.

Sulla scrivania, un po' alla rinfusa, i miei fogli, qualche penna, uno o due libri.


Un momento qualsiasi di una giornata come tante.

Senza nessun apparente motivo scatenante, ho sentito d'un tratto la frequenza del battito cardiaco salire vertiginosamente: un'aritmia violentissima, protrattasi per alcuni secondi, mi ha come squarciato il petto.

Risuonava metallico quel ticchettio, amplificato dalla valvola meccanica che dopotutto è proprio li, sottopelle.

Pochi istanti, e tutto è tornato nella norma.

Forse perchè non accompagnato da nessun dolore, lo squarcio è stato tremendo, ma solo perchè interpretato dalla ragione, questo episodio, tra i più sinistri degli ultimi anni, non mi ha scosso.

Non mi sono spaventato.

La morte, se vuole, se qualcuno la manda, venga pure, purchè non mi importuni facendosi precedere  da una lunga, umiliante agonia o annunciare da dolori atroci.

Io sono già pronto.

Certo, resta un dubbio fondamentale: è una saggezza costruita con cura o semplice disinteresse per la vita ciò che non mi fa preoccupare di questi episodi, che forse sono indicazioni di una salute non più solo delicata, ma incerta?

Imperturbabilità, indifferenza ... forse non c'è differenza tra le due cose.

 La vita non è solo dolore: è noia.

La morte a volte di questa confusione, di questo calcare sporco, sembra davvero essere l'unica soluzione possibile.
Forse lo è.

9 comments:

  1. Non lo posso scrivere quello che sto pensando.. ma tu lo immagini. Mi basta l'impatto del pensiero, senza le parole scritte. Ci siamo capiti no??!! Buona notte

    ReplyDelete
  2. Ho fatto bene o male a scriverlo secondo te, Sara?

    ReplyDelete
  3. Cosa ti annoia della vita Gio? Il tuo essere solo? La fragilità della tua carne? Il vuoto che percepisci nella tua vita?
    Io credo che dove esista un vuoto ci sia anche lo spazio necessario a far entrare le cose.... Sempre che tu lo voglia... E' questa la domanda amico caro: permetterai mai che questi spazi vengano riempiti?

    Ti penso..
    Joh

    ReplyDelete
    Replies
    1. Cara Joh, lo scarsissimo attaccamento alla vita mi sembra oggi una delle poche conquiste della mia esistenza.

      A presto

      Gio

      Ps ti ho sognato recentemente.

      Delete
  4. Non essere così severo nei tuoi confronti... e non esserlo nei confronti degli altri. Cerca la semplicità, anche nella tua vita che, oltre al dolore, sono certa ti abbia regalato anche molto... fossero solo i giorni in cui apri gli occhi al mattino. Credimi, è moltissimo.
    Un bacio e... sogna di meglio, fidati! ;o))))
    Joh

    ReplyDelete
    Replies
    1. Val la pena di raccontarlo invece :-) Lo farò presto.
      Ciao!

      Delete
  5. ... a volte arrivano pensieri difficili da ascoltare, spaventano più gli altri che noi che li pronunciamo e, per rispetto loro più che nostro, li teniamo dentro ... poi, poi arriva il momento di volerne parlare, in maniera serena, una volta, una volta almeno, perchè abbiano un'idea più completa dei riverberi del nostro sentire, perchè vaffa il timore, che si sappia cosa sto pensando ora. Che male c'è a dirsi pronti? Che male c'è nel dire che una tachicardia, come una fitta lancinante o un'aritmia ( ... ) ci ha fatto fare i conti con la fine? O come preferiremmo che fosse? E' solo un pensiero, per rimetterci in pace con la Vita, per fare un bilancio che ci tranquillizzi e che magari tranquillizzi chi ci vuole bene ( solitamente sbarrano gli occhi o si tappano le orecchie o brontolano per non lasciarci parlare). Sinceramente mi preoccupano di più i segnali silenziosi delle parole... ed ho la certezza di questa preoccupazione ... La noia, mi diceva Ida, è solo un cumulo d'energia che deve essere liberata in maniera diversa dal solito, magari anche sognando ... Dove mi porti stasera, Gio ?!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Saggia Ida :-)
      C'è un bel ristorante in centro.
      Me ne ha parlato un amico, che adesso vive a Londra ma ha passato qui un paio d'anni.
      Aspetto l'occasione giusta per inaugurarlo :-)

      A presto allora :-)

      Gio

      Delete